ACCESSO AI SERVIZI INAIL: ECCO LE NUOVE MODALITÀ

ACCESSO AI SERVIZI INAIL: ECCO LE NUOVE MODALITÀ

ACCESSO AI SERVIZI INAIL: ECCO LE NUOVE MODALITÀ

A partire dal 28 febbraio 2021 gli unici strumenti per accedere ai servizi digitali Inail saranno Spid, Cie e Cns

Entro il 28 febbraio 2021 l’accesso ai servizi in rete di tutti gli enti pubblici e della pubblica amministrazione deve avvenire esclusivamente tramite:

  • il Sistema pubblico di identità digitale (Spid),
  • la Carta d’identità elettronica (Cie),
  • la Carta nazionale dei servizi (Cns).

È, inoltre, previsto che l’utilizzo di credenziali diverse e già in uso è consentito fino alla data di naturale scadenza e, comunque, non oltre il 30 settembre 2021.

1) Inail ha previsto un piano di progressiva transizione che decorre dal 1° dicembre 2020; a partire da tale data gli istituti di patronato, compresi i patronati zonali delegati dai patronati nazionali, e di assistenza sociale nonché i consulenti del lavoro e i soggetti registrati in specifici gruppi/profili possono accedere ai servizi in rete e online esclusivamente attraverso Spid, Cie e Cns.

2) Dal 28 febbraio 2021, invece, non sono più rilasciate nuove credenziali Inail e i nuovi soggetti che richiedono a qualunque titolo l’accesso ai servizi online devono utilizzare come esclusiva modalità di accesso Spid, Cns e Cie; per i soggetti già registrati restano valide le credenziali precedentemente rilasciate fino a nuova data indicata da Inail e comunque non oltre il termine del 30 settembre 2021.

3) Dal 1° marzo 2021 parte la terza fase che riguarda gli utenti registrati nel profilo Amministrazioni statali in gestione per conto dello Stato che, da tale data, sia che siano utenti nuovi che utenti già registrati, devono accedere ai servizi in rete e online dell’Inail esclusivamente tramite Spid, Cns e Cie; in base all’andamento del piano di transizione, l’Istituto si riserva la possibilità di individuare nel mese di maggio 2021 una o più ulteriori fasi per altre categorie di utenti.

Lascia un commento