agricoltura 4.0 italia

Agricoltura 4.0 in Italia: 2 miliardi di fatturato nel 2022

Aumentano sempre di più in Italia i terreni agricoli coltivati attraverso l’utilizzo del, tanto da registrare 2 miliardi di fatturato nel 2022. Questo è quanto emerge dai dati di un recente osservatorio.

Per agricoltura 4.0 si intende l’utilizzo delle nuove tecnologie per la raccolta e la produzione dei prodotti agroalimentari. Secondo l’Osservatorio Smart Agrifood, svolto dal Politecnico di Milano e dall’Università di Brescia, sembrerebbe che l’agricoltura 4.0 in Italia sia in forte crescita. Infatti, nel 2022 il fatturato è di 2 miliardi di euro, +31% rispetto al 2021. A crescere è anche la percentuale dei terreni agricoli coltivati con strumenti 4.0, che passa dal 6% nel 2021 all’8% nel 2022.

ASCOLTA IL PODCAST!

Perché scegliere l’agricoltura 4.0 in Italia

I motivi principali che spingono le aziende a utilizzare questo nuovo tipo di tecnologie sono due: gli alti costi di produzione e la siccità. Questo perché l’agricoltura 4.0 in Italia favorisce un uso inferiore di acqua e permette di risparmiare sull’attività produttiva. Attualmente, l’82% delle imprese dichiara di aver provato almeno una volta uno strumento tecnologico. Di queste, quasi la metà ha deciso di continuare a utilizzarlo e di provare anche nuove soluzioni digitali.

I programmi più usati dalle aziende nell’agricoltura 4.0 in Italia sono quelli per il controllo della qualità, per la logistica, la produzione e la tracciabilità alimentare. Inoltre, quasi il 90% delle attività sta testando tecnologie ancora più innovative. Ad esempio, nuovi programmi di archiviazione dati, software gestionali e applicazioni che permettono di controllare la produzione direttamente dallo smartphone.

In ultimo, Andrea Bacchetti, direttore generale dell’osservatorio, ha sottolineato che l’agricoltura 4.0 in Italia è sicuramente il modo più efficace per fronteggiare le difficoltà provocate dall’inflazione, dal caro costi e materie prime al caro energia.

GUARDA IL VIDEO!