AGRITURISMI ITALIANI: È SOLD OUT A CAPODANNO

AGRITURISMI ITALIANI: È SOLD OUT A CAPODANNO

AGRITURISMI ITALIANI: È SOLD OUT A CAPODANNO

Sono oltre 400 mila gli italiani che hanno scelto di passare la notte di San Silvestro in agriturismo. Meta preferita: la montagna.

L’agriturismo è il luogo prediletto dagli italiani per passare il cenone di Capodanno. Sebbene quest’anno non si rischiano disdette dell’ultimo minuto a causa delle restrizioni Covid, rimane comunque il problema dell’inflazione, tra caro bollette e aumenti esponenziali dei prezzi. Il cenone, infatti, costerà in media 120 euro a persona, per una spesa complessiva di circa 600 euro per coloro che scelgono di rimanere fuori casa per il weekend. Di conseguenza, la vacanza di Capodanno è un’esperienza destinata a pochi, considerando il fatto che il reddito medio in Italia è di 22 mila euro e solo il 4% dichiara oltre 70 mila euro.

ASCOLTA IL PODCAST!

Ciò nonostante, il settore agrituristico sta vivendo importanti giornate di lavoro, soprattutto nella zona di montagna, che per le festività ha ricevuto l’80% delle prenotazioni. Tuttavia, una volta passata l’Epifania, arriverà il periodo di bassa stagione e per queste strutture sarà difficile arrivare fino a primavera tenendo conto delle bollette esorbitanti. Proprio per questa ragione, molte strutture hanno scelto di chiudere fino a Pasqua per tutelare l’azienda e i clienti dagli alti costi di gestione.