ALIMENTARE: PROROGATA L’ETICHETTA SULL’ORIGINE

ALIMENTARE: PROROGATA L’ETICHETTA SULL’ORIGINE

ALIMENTARE: PROROGATA L’ETICHETTA SULL’ORIGINE

Con il decreto interministeriale Masaf, Made in Italy e Salute è stato prorogato il regime sperimentale italiano sull’indicazione in etichetta della provenienza di alcuni prodotti alimentari, come pasta, riso, pomodoro, carni suine trasformate, latte e prodotti lattiero-caseari.

Con il decreto ministeriale firmato, in comune accordo, dai ministri Francesco Lollobrigida, Adolfo Russo e Orazio Schillaci, è prevista la proroga dell’indicazione sull’origine di alcune materie prime fino al 31 dicembre 2023. La scelta è stata presa tenendo conto delle ultime consultazioni sulla modifica del regolamento del Parlamento e del Consiglio europeo, e pone l’Italia come uno dei Paesi all’avanguardia sulla trasparenza delle informazioni ai consumatori.

ASCOLTA IL PODCAST!

Infatti, questo tipo di etichettatura permette di effettuare scelte più consapevoli sul prodotto che si sta acquistando ed è un’informazione molto ricercata dai cittadini italiani. Lollobrigida ha, quindi, dichiarato che il Ministero dell’Agricoltura, Sovranità Alimentare e Foreste ha intenzione di continuare a lavorare per difenderei prodotti alimentari contro etichettature fuorvianti, che mettono in secondo piano la qualità come metodo di scelta, e contro qualsiasi tipologia di cibo sintetico e creato in laboratorio.

GUARDA IL VIDEO!