ANAGRAFE ONLINE: DA OGGI NIENTE PIÙ ATTESE

ANAGRAFE ONLINE: DA OGGI NIENTE PIÙ ATTESE

ANAGRAFE ONLINE: DA OGGI NIENTE PIÙ ATTESE

Da oggi sarà possibile, grazie alla super Anagrafe scaricare al più 15 certificati online, validi ed esenti da bollo, senza attese e lungaggini presso gli sportelli dei Comuni; per accedere al servizio necessari strumenti, come nella maggior parte dei casi, sono lo SPID, carta di identità elettronica o quella dei servizi.

È necessario accedere al sito dell’Anagrafe della popolazione residente (ANPR) con le proprie credenziali digitali per poter visualizzare e scaricare sul proprio computer certificati che interessano il singolo o il proprio nucleo familiare.

La novità è rappresentata dal fatto di poter visualizzare i certificati tutti insieme e di poterlo fare interrogando un unico portale, quello dell’Anagrafe della popolazione residente.

Finora è stato possibile ottenere alcuni certificati online, ma a patto che il proprio Comune di residenza o comunque di interesse, avesse o meno previsto sul proprio sito questa opportunità, salvo altrimenti rivolgersi al tradizionale sportello.

Vi è la previsione poi che alcune amministrazioni particolarmente progredite offrano addirittura la possibilità di richiedere online i certificati per conto di terzi, anche estranei al richiedente, purché residenti in un Comune collegato con l’Anagrafe della popolazione residente.  

Le condizioni necessarie per effettuare tale operazione prevedono che il richiedente sia dotato di Spid per accedere al servizio online e abbia altresì conoscenza del codice fiscale della persona di cui chiede il certificato.

L’altra faccia della medaglia vede invece Comuni che ancora non consentono neppure di richiedere i certificati digitali della persona interessata.

Una discrasia, si spera, ora appianata dall’ANPR, che avendo raccolto le informazioni contenute nelle anagrafi di oltre 7.800 comuni e quelle dell’Aire (Anagrafe degli italiani residenti all’estero) è in grado di porle all’attenzione e all’uso dei cittadini e di diventare quindi potersi l’unica porta di accesso per la richiesta dei certificati, semplificando la vita ai cittadini.

Lascia un commento