ANTICIPI SUI PAGAMENTI: TUTTE LE NOVITÀ INPS

ANTICIPI SUI PAGAMENTI: TUTTE LE NOVITÀ INPS

ANTICIPI SUI PAGAMENTI: TUTTE LE NOVITÀ INPS

Confermato l’anticipo delle ricariche del Reddito di Cittadinanza per il mese di novembre, non senza problemi, anche in vista delle modifiche della Legge di Bilancio. Ma ci sono anche novità per quel che riguarda i bonus 150 e 200 euro, l’invalidità civile e per gli agricoli.

ASCOLTA IL PODCAST!

Accredito RdC

Dopo le elaborazioni del 23 novembre, dal sito INPS, i percettori di RdC troveranno l’importo spettante e la data di accredito per il 25 novembre. Anche se in questa elaborazione, diversi percettori non hanno ancora  trovato una data. Come sempre, si tratta di un ritardo legato a controlli e queste elaborazioni saranno recuperate successivamente.

Bonus 150 euro

Dopo questa ricarica sarà possibile trovare anche il bonus 150 euro su Reddito di Cittadinanza, che arriverà con una elaborazione successiva. Sicuramente anche per questa indennità qualche famiglia dovrà attendere ancora prima di ricevere il bonus per via della differenziazione della platea ed evitare doppi accrediti. Però, è importante sottolineare che il requisito per ottenere il bonus 150 euro su RdC è essere titolare di questa prestazione per il mese di novembre, perciò, anche chi dovesse ricevere l’elaborazione positiva in ritardo di questo mese avrà diritto al bonus. Inoltre, dopo questa elaborazione ci sarà anche una relativa all’Assegno Unico e Universale integrato su RdC, rata ordinaria di ottobre o eventuali arretrati, sempre e solo una rata per elaborazione.

Bonus 200 euro

Passiamo adesso alla questione bonus 200 euro, per cui c’è un aggiornamento e una novità. L’aggiornamento è che in questa settimana sono iniziate le elaborazioni anche per co.co.co., lavoratori stagionali, intermittenti o a tempo determinato a domanda. La novità, invece, è che ai lavoratori che a luglio erano in mobilità in deroga o indennità equivalente spetterà il bonus 200 euro, perché questo trattamento è stato equiparato a tutti gli effetti alla NASpI. Non si conosce ancora la data del pagamento, ma si spera che l’Istituto  lo comunichi al più presto.

Invalidità civile

Nessuna attenzione particolare, da parte del nuovo governo, all’invalidità civile, per cui la situazione resta sostanzialmente la stessa, eccezion fatta per la maggiorazione per i figli con disabilità del vecchio Decreto legge semplificazioni che diventa strutturale. La novità, invece, è legata al PNRR e riguarda la nuova modalità semplificata di domanda per i figli minori, già disponibile sul sito INPS, a cui accedere tramite SPID, e a breve anche per gli operatori di patronato, come indicato dal messaggio INPS n. 4212.

Disoccupazione agricola e ANF

Con lo stesso messaggio, INPS fa sapere di aver trasmesso agli enti di patronato i moduli per la presentazione delle domande di disoccupazione agricola 2022, cioè quella da chiedere per il prossimo anno, e per gli ANF di questa categoria. Si ricorda che, dall’introduzione dell’Assegno Unico, gli ANF spettano solo a quei nuclei familiari che non possono ricevere l’Assegno Unico. In ultimo, dal 1° gennaio di quest’anno, gli agricoli a tempo indeterminato che perdono il lavoro non hanno più diritto alla disoccupazione agricola ma alla NASpI.

GUARDA IL VIDEO!