Assegno Unico conguaglio e domanda: Due novità in arrivo

Due novità in arrivo per l’Assegno Unico e Universale: la prima riguarda il conguaglio, la seconda altri tipi di domande di Assegno Unico.

assegno unico conguaglio e domanda

Assegno Unico conguaglio e domanda

Due novità in arrivo per l’Assegno Unico e Universale: la prima riguarda il conguaglio, la seconda altri tipi di domande di Assegno Unico.

Come sappiamo, i pagamenti dell’Assegno Unico e Universale della rata di maggio sono arrivati in ritardo rispetto al solito. Questo per via dei celebri conguagli di fine anno, quelli che, in teoria, sarebbero dovuti arrivare a marzo. Di conseguenza, sulla rata di maggio, c’è chi ha ricevuto qualcosa in più rispetto al solito e c’è chi, invece, ha ricevuto qualcosa in meno. In entrambi i casi, non è detto che sia chiaro il perché di queste differenze negli importi.

ASCOLTA IL PODCAST!

Come controllare il conguaglio dell’Assegno Unico

Dal 10 giugno le cose potrebbero essere più chiare. Come fa sapere INPS, infatti, sul suo sito, ma anche tramite l’App INPS Mobile, sarà possibile controllare il perché e in che modo sono stati fatti questi conguagli. In pratica, sarà aggiunto un nuovo specchietto informativo proprio per spiegare cosa abbia portato al conguaglio. Come sempre, si può accedere tramite l’area riservata del sito INPS che riguarda l’Assegno Unico.

Novità sulla domanda

La seconda novità riguarda altri tipi di domande di Assegno Unico. In particolare, quelle che non arrivano a pagamento per via di alcuni problemi che necessitano dell’intervento dei cittadini.

Per cercare di risolvere questi problemi, INPS ha realizzato una serie di video guide personalizzate, una sorta di tutorial che possono aiutare nella risoluzione. Le video guide sono realizzate sia per chi ha presentato la domanda in autonomia, sia per chi si è rivolto a un patronato. Con la differenza che la prima ci guiderà per risolvere le cose in autonomia. Mentre la seconda ci guiderà anche nelle indicazioni che dovremo fornire al nostro patronato.

Più precisamente i problemi in questione sono tre

  1. Quando la domanda di Assegno Unico è in evidenza al cittadino, perché bisogna aggiungere della documentazione aggiuntiva.
  2. Quando la domanda di Assegno Unico è in evidenza al cittadino per aggiornare i dati relativi ai maggiorenni. Ad esempio, l’inizio del Servizio Civile o lo stesso compimento dei 18 anni e così via.
  3. Quando la domanda di Assegno Unico non può essere pagata per problemi legati all’IBAN. Questo perché, ad esempio, la nostra banca non è tra quelle convenzionate con INPS oppure è una banca estera.

Queste video guide saranno disponibili sia nell’area MyINPS del sito INPS, sia sull’App INPS Mobile sia tramite l’App IO. Inoltre, a chi ha dato consenso all’utilizzo dei propri dati, potrà riceverne comunicazione anche tramite SMS o e-mail. Tuttavia, come le altre video guide, è bene ricordare che questo servizio sarà disponibile per le persone che hanno dato parere positivo ai servizi proattivi INPS.

GUARDA IL VIDEO!