ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE: ECCO LE PRECISAZIONI INPS

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE: ECCO LE PRECISAZIONI INPS

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE: ECCO LE PRECISAZIONI INPS

ASSEGNO UNICO E UNIVERSALE: ECCO LE PRECISAZIONI INPS

Con il comunicato stampa di oggi, martedì 1° marzo 2022, l’Istituto comunica la cessazione delle prestazioni concernenti gli assegni familiari.

L’INPS precisa che, a partire dal 1° marzo 2022, non saranno più riconosciute le prestazioni di Assegno per il nucleo familiare (ANF) e di Assegni familiari (AF), riferite ai nuclei familiari con figli e orfanili per i quali subentra la tutela dell’Assegno unico. Tuttavia, continueranno ad essere riconosciute le prestazioni ANF e AF riferite a nuclei familiari composti unicamente dai coniugi, ad esclusione dei casi di divorzio o separazione, dai fratelli, dalle sorelle e dai nipoti, di età inferiore a 18 anni compiuti o senza limiti di età, qualora si trovino, a causa di disabilità, nell’impossibilità di dedicarsi all’attività lavorativa.

Pertanto, successivamente alla suddetta data, se nei nuclei familiari è presente un figlio a carico con età inferiore ai 21 anni o un figlio a carico con disabilità senza limiti di età, per il quale si ha diritto all’Assegno unico, non si potrà più richiedere l’Assegno per il nucleo familiare.

https://open.spotify.com/episode/3FSyT9jc4aDDqj7p94PBlg?si=fed78e4f5fb346a5
ASCOLTA IL PODCAST!

Infine, solamente al compimento del ventunesimo anno di età dei figli, qualora non disabili, per i quali si ha diritto all’Assegno unico, si potrà presentare domanda per la prestazione ANF o AF, ma esclusivamente per soggetti diversi, quali il coniuge o eventuali sorelle, fratelli o nipoti nelle previste condizioni di diritto a prestazioni ANF o AF.

Le condizioni per beneficiare della prestazione ANF prevedono che nel nucleo familiare non deve essere presente:

a) un figlio minorenne a carico;

b) un figlio maggiorenne a carico, fino al compimento dei 21 anni di età, per il quale ricorra una delle seguenti condizioni: frequenti un corso di formazione scolastica o professionale, ovvero un corso di laurea; svolga un tirocinio ovvero un’attività lavorativa e possieda un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui; sia registrato come disoccupato e in cerca di un lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego; svolga il servizio civile universale;

c) figlio con disabilità a carico, senza limiti di età.

GUARDA IL VIDEO!

LEGGI ANCHE: ASSEGNO UNICO 2022: LE ISTRUZIONI PER GENITORI SEPARATI O DIVORZIATI