Assegno Unico: Il nuovo simulatore INPS 2023

Arriva il simulatore 2023 INPS per l’Assegno Unico e Universale. Nuove funzionalità per la consultazione delle domande.

assegno unico simulatore 2023

Assegno Unico: Il nuovo simulatore INPS 2023

Arriva il simulatore 2023 INPS per l’Assegno Unico e Universale. Nuove funzionalità per la consultazione delle domande.

Con il messaggio n. 1256 del 3 aprile 2023, INPS presenta alcune novità legate all’Assegno Unico e Universale per i figli a carico, tra cui il simulatore.

https://open.spotify.com/episode/2paIT1IA4WkJuD6tDhv6r8?si=25bb3926ae33435d
ASCOLTA IL PODCAST!

Cos’è il simulatore per l’Assegno Unico 2023

Si tratta di un nuovo servizio con cui è possibile scoprire l’importo di Assegno Unico che spetta. Al simulatore si accede direttamente da “Area Servizi” del sito INPS e senza necessità di autenticazione. Una volta aperta l’applicazione, bisognerà rispondere ad una serie di domande e, infine, ci sarà un riepilogo di tutti i quesiti.

In caso di errore, si possono cambiare le informazioni inserite nel simulatore 2023 per l’Assegno Unico oppure ricominciare da capo, tornando alla “Home Page“. Finita la simulazione, appare l’importo calcolato sulla base delle informazioni inserite. Ma attenzione, è comunque importante tenere a mente che si tratta solo di un numero indicativo. Perché il servizio non può eseguire nessun confronto con i dati posseduti da INPS.

Simulatore 2023 e domanda di Assegno Unico

Nel messaggio n. 1256, INPS sottolinea che usare il simulatore 2023 per l’Assegno Unico non equivale alla presentazione della domanda. Per quella bisogna seguire la solita procedura online sul sito dell’Istituto. Oppure, in alternativa, rivolgersi ad un patronato o chiamare il Contact Center di INPS.

Il messaggio comunica anche che ci sono nuove funzioni per agevolare i patronati e i cittadini in varie attività. In particolare, nella presentazione delle domande, nella fase di consultazione e nella gestione delle istanze.

Adesso, in caso di decesso di uno o entrambi i genitori, il genitore affidatario, il tutore o il figlio maggiorenne, può presentare domanda di subentro. Questo vale anche nel caso del nuovo tutore che subentra a seguito del decesso del tutore del genitore. INPS fa sapere che ha attivato la possibilità per i Patronati di estrarre l’elenco delle domande patrocinate in formato Excel, utilizzando l’apposita funzione “Esporta Excel”.

Infine, in merito alla gestione delle istanze, vicino agli stati: “In istruttoria“, “In evidenza alla sede” o “In evidenza al cittadino” delle domande, è possibile visualizzare la data dell’ultima istruttoria mensile effettuata e le loro motivazioni.

GUARDA IL VIDEO!