legge delega disabilità

Aumento pensione invalidità civile e legge delega sulla disabilità: Ecco il punto della situazione

Si è parlato tanto e spesso di aumenti anche per gli invalidi parziali. Recentemente, è tornata sulla questione Alessandra Locatelli, l’attuale ministra per le disabilità. Locatelli vorrebbe istituire un tavolo proprio per il discorso dell’adeguamento delle pensioni di invalidità civile parziale. Intanto, continuano i lavori sulla riforma delle disabilità.

In una recente intervista, la ministra del lavoro Locatelli ha ribadito la volontà di istituire un tavolo tecnico. Lo scopo è quello di creare un adeguamento delle pensioni di invalidità civile parziale. Ma attenzione, per quanto possa avere buona volontà, il ministero per le disabilità non può decidere queste cose in maniera autonoma. Anzi, proprio come riportato dalla ministra, si tratterebbe di uno dei tasselli che si incasellano nel più ampio discorso della riforma delle pensioni. Un discorso che comprende, per competenza, anche il Ministero del Lavoro e quello dell’Economia e delle Finanze. 

ASCOLTA IL PODCAST!

Riforma delle disabilità: I 5 decreti legge

Il ministero sta lavorando alla delega sulla riforma delle disabilità, che dovrebbe rivoluzionare tutto il comparto. La legge delega sulla disabilità ha preso il via nel 2021 e prevede delle importanti riforme da attuare a tutto campo sul mondo della disabilità. L’applicazione di queste riforme verrà stabilità tramite 5 decreti legge con i relativi schemi. 

Il primo di questi riguarda l’istituzione del garante dei diritti delle persone con disabilità. Ci sono diversi obiettivi, tra cui contrastare i fenomeni di discriminazione e vigilare sul rispetto dei diritti delle persone con disabilità. Il secondo, invece, serve a determinare i LEPS (Livelli Essenziali delle Prestazioni Sociali) per le persone con disabilità. I LEPS dovranno essere messi in pratica con altri decreti. Il terzo riguarda la riqualificazione dei servizi pubblici per l’inclusione e l’accessibilità. Per questi primi tre schemi dei decreti i lavori erano già iniziati durante lo scorso governo.

Il quarto decreto prevede una semplificazione delle procedure che servono per accertare la disabilità di una persona. Bisognerà passare dall’attuale schema di percentuali e tabelle a un sistema più moderno che prende in considerazione anche altri aspetti, più rispondente alle convenzioni ONU. Il quinto, invece, riguarda il Progetto di Vita, cioè uno schema su tutti gli interventi a sostegno delle persone con disabilità. Per questi due ultimi decreti, i tavoli di lavoro sono istituiti dal 7 marzo. Tuttavia, visto che si tratta di cose collegate al PNRR, questi lavori devono finire entro la primavera del prossimo anno.

GUARDA IL VIDEO!