I benefici della frutta secca: Ecco perché fa bene mangiarla

Grazie ai tantissimi benefici nutrizionali, sono sempre di più gli italiani che decidono di inserire nella loro dieta la frutta secca, portando ad un aumento dei consumi e della produzione.

benefici frutta secca

Benefici frutta secca

Grazie ai tantissimi benefici nutrizionali, sono sempre di più gli italiani che decidono di inserire nella loro dieta la frutta secca, portando ad un aumento dei consumi e della produzione.

È risaputo che la frutta secca è un alimento ricco di proprietà e benefici nutrizionali. Ed è proprio questo il motivo che spinge gli italiani a mangiare circa 3 kg di frutta in guscio a persona. In particolare, mandorle, pistacchi, anacardi, noci, nocciole, arachidi e pinoli. Infatti, in soli 10 anni sono aumentati vertiginosamente i numeri dei consumi, portando anche ad un incremento della produzione.

ASCOLTA IL PODCAST!

Incremento che dà una grande possibilità di crescita al nostro settore agricolo. Per di più, in Italia c’è il clima ideale per la coltivazione di alcune tipologie di frutta in guscio. Tuttavia, non mancano i problemi, perché attualmente l’agricoltura italiana si ritrova ancora a lavorare con sistemi di produzione arretrati. Per non parlare dell’alto costo dei terreni agricoli, che impediscono alle imprese di ampliare le proprie coltivazioni.

Ciò nonostante, la frutta secca rimane la protagonista delle diete dimagranti che la inseriscono nella colazione, come snack pomeridiano oppure come ingrediente nelle insalate.

Perché la frutta secca è così importante per la nostra salute?

Mangiare regolarmente noci, nocciole o mandorle, 2 o 3 volte a settimana, aiuta a ridurre il rischio di infarto, ictus e i livelli di colesterolo. Questo perché al loro interno c’è la giusta quantità di acidi grassi omega 3, proteine e molte vitamine del gruppo B, tra cui i folati. Ma anche ferro, fibra, magnesio e calcio per il benessere cardiovascolare e la riduzione degli zuccheri nel sangue. Inoltre, mangiare frutta secca durante la gravidanza e l’allattamento aiuta il regolare sviluppo della retina del feto e del cervello del bambino.

Naturalmente, è sempre molto importante non abusarne perché, nonostante tutte queste proprietà nutrizionali, rimane un alimento molto calorico. Infatti, 100 grammi di frutta in guscio contengono dalle 500 alle 600 kcal. Per tale ragione, all’interno della dieta mediterranea, si consiglia un consumo dai 20 ai 30 grammi per 2 o 3 volte a settimana.

GUARDA IL VIDEO!