BONUS 1000 EURO LAVORATORI DOMESTICI: COLF, BADANTI

BONUS 1000 EURO LAVORATORI DOMESTICI: COLF, BADANTI

BONUS 1000 EURO LAVORATORI DOMESTICI: COLF, BADANTI

Assunti con regolare contratto, anche presso più famiglie ma per un totale di almeno 11 ore a settimana e rigorosamente non conviventi. È questo l’identikit del domestico che potrà accedere alla nuova indennità Covid-19 a cui il Dl ‘Rilancio’ ha dato il via libera.

Da lunedì 22 maggio è possibile fare domanda per il bonus rivolto ai lavoratori domestici. ecco i requisiti:

  • i contratti dovranno risultare attivi alla data del 23 febbraio;
  •  il lavoratore non dovrà essere titolare di pensione (a eccezione dell’assegno ordinario di invalidità) e soprattutto, non dovrà aver già fruito di indennità e bonus previsti dal ‘Cura Italia’.

Per le famiglie datrici di lavoro domestico il Dl Cura Italia prevedeva, in aggiunte al bonus baby sitter da fruire in alternativa al congedo parentale, solo uno slittamento dei versamenti contributivi di 2 mesi.

Oltre all’indennità da 1.000 euro complessivi per i domestici regolari che, alla data del 23 febbraio possono dimostrare di lavorare presso una o più famiglie per un totale di ore che supera le 10 a settimana, vengono anche riaperti i canali per la regolarizzazione.

Dal 1° giugno al 15 luglio, infatti, sarà possibile sanare la posizione lavorativa di domestici, italiani e stranieri, anche quando in presenza del permesso di soggiorno scaduto.

Secondo le stime, sarebbero circa 200 mila i domestici extracomunitari senza permesso di soggiorno già oggi impiegati in nero presso le famiglie come colf, badanti e baby sitter.

Lascia un commento

×