BONUS 2.400 EURO: ECCO TUTTE LE ISTRUZIONI DALL’INPS

BONUS 2.400 EURO: ECCO TUTTE LE ISTRUZIONI DALL’INPS

BONUS 2.400 EURO: ECCO TUTTE LE ISTRUZIONI DALL’INPS

Pubblicata la circolare INPS n. 65 del 19 aprile 2021, nella quale si specifica che per fare domanda di bonus 2.400 euro bisognerà attendere un’apposita comunicazione da parte dell’Istituto

1. PROROGA AL 31 MAGGIO

Con la pubblicazione della circolare INPS n. 65 del 19 aprile 2021, arriva conferma quanto già anticipato dal comunicato stampa già diramato dall’istituto: la scadenza per presentare istanza è prorogata al 31 maggio, rispetto al termine ordinario fissato al 30 aprile dal decreto Sostegni.

2. SOGGETTI BENEFICIARI

La circolare in questione fornisce le istruzioni relative ai soggetti beneficiari del bonus 2.400 euro tenuti a presentare domanda telematica.

Nello specifico, il bonus introdotto dal Decreto Sostegni, spetta alle seguenti categorie:

  • lavoratori stagionali, lavoratori a tempo determinato e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori stagionali e in somministrazione di settori diversi dai settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • lavoratori intermittenti;
  • lavoratori autonomi occasionali;
  • lavoratori incaricati delle vendite a domicilio;
  • lavoratori dello spettacolo.

3. PRESENTAZIONE DOMANDA

Dovrà presentare domanda chi non ha già beneficiato delle indennità previste dal decreto Ristori-quater. Per i soggetti che avevano già richiesto il precedente bonus Covid, il pagamento della nuova tranche di aiuti è stato effettuato in automatico dall’INPS.

Per la restante platea di beneficiari, sarà necessario presentare domanda, tramite la procedura telematica che verrà rilasciata dall’INPS nei prossimi giorni. 

Attenzione: il rilascio del nuovo servizio per l’invio delle richieste verrà reso noto con apposita comunicazione sul sito dell’Istituto.
In ogni caso, la domanda dovrà essere presentata tramite i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per gli Enti di Patronato sul portale web dell’Istituto.

Ricordiamo che le credenziali di accesso ai servizi sono attualmente le seguenti:

  • PIN INPS;
  • SPID di livello 2 o superiore;
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • Carta nazionale dei servizi (CNS).

Lascia un commento

×