Bonus asilo nido: La proroga della scadenza per l’invio delle fatture

In merito al bonus asilo nido, INPS comunica la proroga della scadenza per la presentazione delle fatture che attestano la frequenza.

bonus asilo nido proroga

Bonus asilo nido: La proroga della scadenza per l'invio delle fatture

In merito al bonus asilo nido, INPS comunica la proroga della scadenza per la presentazione delle fatture che attestano la frequenza.

Il bonus asilo nido riconosce un contributo ai genitori per il pagamento delle rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati. Di conseguenza, per beneficiare di questa agevolazione, il genitore che sostiene la spesa della retta deve presentare tutta una serie di documenti.

https://open.spotify.com/episode/6WbRp660IiCMBSLmJOYxZu?si=ba5ca3f4588f4254
ASCOLTA IL PODCAST!

Nello specifico, la ricevuta, la fattura quietanzata, il bollettino bancario o postale. Oppure, per gli asili nido aziendali, l’attestazione del datore di lavoro o dell’asilo nido dell’avvenuto pagamento della retta o trattenuta in busta paga. Inoltre, il genitore deve fornire la denominazione e la partita IVA dell’asilo nido, il codice fiscale del minore, il mese di riferimento. Ma anche gli estremi del pagamento o quietanza di pagamento e il proprio nominativo.

La proroga del bonus asilo nido

Con il messaggio n. 1346, INPS comunica che la scadenza per presentare i documenti di spesa delle rette pagate nel 2022 è prorogata al 30 giugno 2023. Originariamente era fissata al 1° aprile. L’Istituto chiarisce che la proroga si riferisce a quelle domande presentate lo scorso anno per le mensilità tra gennaio e dicembre 2022.

Se la documentazione presentata si riferisce a più mesi di frequenza, allora deve essere allegata a ogni mese a cui si riferisce. Se, invece, per lo stesso mese il genitore ha più ricevute, queste dovranno essere inviate in un unico file. Tutti questi documenti dovranno essere trasmessi a INPS in via telematica sul sito dell’Istituto. Bisognerà utilizzare il servizio “Bonus asilo nido e forme di supporto presso la propria abitazione”, oppure attraverso l’app INPS mobile cliccando sulla sezione “Bonus nido”.