BORSE DI STUDIO E MODELLO 730: ECCO QUALI NON FANNO REDDITO

BORSE DI STUDIO E MODELLO 730: ECCO QUALI NON FANNO REDDITO

BORSE DI STUDIO E MODELLO 730: ECCO QUALI NON FANNO REDDITO

Le borse di studio riconosciute ai figli a carico, in presenza di determinate condizioni specifiche, possono non rientrare nel calcolo del reddito ai fini del modello 730, in quanto sono previsti limiti e requisiti specifici da rispettare.

Alcune tipologie di borse di studio percepite da figli fiscalmente a carico sono considerate esenti, cioè non rientrano nel calcolo del reddito da effettuare per la verifica dei limiti. Il primo requisito da rispettare è proprio quello di essere considerati a carico di un altro contribuente e di avere un reddito complessivo basso in tutto l’arco dell’anno. I figli, compresi quelli adottivi, affidati o affiliati, indipendentemente dall’età e dal fatto che siano o meno impegnati negli studi o nello svolgimento di un tirocinio gratuito, sono considerati a carico anche quando non sono conviventi con la persona che presenta la dichiarazione dei redditi o quando sono residenti all’estero. In generale, il limite di reddito è pari a 2.840,51 euro, che sale a 4.000 euro nel caso i figli e le figlie hanno un’età inferiore ai 24 anni.

ASCOLTA IL PODCAST!

Infine, per quanto riguarda le borse di studio, in base alle istruzioni di compilazione del modello 730/2022 dell’Agenzia delle Entrate, possono essere considerate esenti le borse di studio corrisposte a studenti universitari da regioni a statuto ordinario e dalle regioni a statuto speciale e dalle province autonome di Trento e Bolzano; quelle corrisposte dalle università per la frequenza dei corsi di perfezionamento e delle scuole di specializzazione, per i corsi di dottorato di ricerca e per i corsi di perfezionamento all’estero; quelle previste nell’ambito del programma Socrates; per la frequenza delle scuole universitarie di specializzazione delle facoltà di medicina e chirurgia; quelle corrisposte a vittime del terrorismo e della criminalità organizzata; quelle nazionali per il merito e per la mobilità erogate dalla Fondazione Articolo 34; per l’intera durata del programma “Erasmus+”.

GUARDA IL VIDEO!