Calendario pagamenti Assegno Unico: Le date da Luglio a Dicembre 2023

INPS ha fornito un nuovo calendario dei pagamenti dell’Assegno Unico per i figli a domanda. E attenzione, non è solo per i pagamenti di luglio, ma addirittura fino a dicembre.

Calendario pagamenti Assegno Unico

Calendario pagamenti Assegno Unico

INPS ha fornito un nuovo calendario dei pagamenti dell’Assegno Unico per i figli a domanda. E attenzione, non è solo per i pagamenti di luglio, ma addirittura fino a dicembre.

L’Istituto, di comune accordo con la Banca d’Italia, ha fornito un calendario sui pagamenti dell’Assegno Unico che, com’è noto, sono generalmente molto sparsi. In particolare, per chi è già beneficiario dell’Assegno Unico e per chi non ha variazioni dell’importo, INPS fa sapere che l’Assegno Unico sarà pagato dal 17 al 19 luglio. Per agosto, invece, se ne parlerà il 18 il 21 e il 22. Per settembre le date indicate da INPS sono il 15, il 18 e il 19. Si passa al 17, 18 e 19 per ottobre e dal 16, 17 e 20 per novembre. Infine, 18, 19 e 20 per il mese di dicembre.

ASCOLTA IL PODCAST!

Calendario Assegno Unico: I pagamenti per chi presenta la domanda per la prima volta

Questi sono, a detta di INPS, i pagamenti per le prestazioni in corso. In pratica, quelli che si possono definire come “pagamenti regolari”. Invece, per chi presenta domanda per la prima volta, il pagamento dovrebbe arrivare nell’ultima settimana del mese successivo a quello di domanda. Ad esempio: domanda di Assegno Unico presentata per la prima volta a Giugno. INPS dice che il primo pagamento arriverà tra il 24 e il 31 di luglio. Naturalmente, sempre se la domanda ha esito positivo.

La stessa tempistica deve essere presa in considerazione anche per quei pagamenti di Assegno Unico che, seppur sono in corso, sono oggetto di conguaglio, sia in positivo che in negativo. Quindi, hanno delle variazioni sugli importi. Inoltre, INPS fa sapere che gli interessati riceveranno un’e-mail o un SMS di avvertimento dei conguagli. Mentre, se si vuole capire il perché di queste variazioni e, più in generale, del calcolo dell’Assegno Unico, si può controllare dal sito INPS. Oppure chiedendo ad un intermediario di fiducia.

Invece, non dovrebbero esserci modifiche per l’Assegno Unico per i figli integrato su RdC, per cui le elaborazioni e i pagamenti dovrebbero continuare ad arrivare sempre successivamente alle elaborazioni delle due ricariche RdC. Quella di metà mese, per le prime domande o rinnovi, e quella ordinaria di fine mese.

GUARDA IL VIDEO!