Carta Spesa da 382,50€ e Bonus Carburante: Ecco le novità

Diverse novità in arrivo su Carta Risparmio Spesa “Dedicata a Te” da 382,50€ e c’è anche l’ipotesi di un possibile Bonus Carburante.

Carta Spesa 382,50€

Carta Spesa 382,50€

Diverse novità in arrivo su Carta Risparmio Spesa “Dedicata a Te” da 382,50€ e c’è anche l’ipotesi di un possibile Bonus Carburante.

Per circa 5.000 idonei, ma non assegnatari della Carta Spesa da 382,50€, potrebbe esserci ancora un’ultima possibilità per accedere a questo aiuto. Come sappiamo, infatti, il numero di Carte Spesa assegnabili era limitato in base a ogni singolo comune. Quindi, dopo una serie di graduatorie e controlli, il ritiro delle card aveva preso il via dallo scorso luglio. Però, contrariamente alle aspettative, dalla prima fase di assegnazione alcune card sono effettivamente “avanzate”.

ASCOLTA IL PODCAST!

Nuove assegnazioni della Carta Spesa da 382,50€

Si tratta di circa 5.000 carte di 638 comuni in Italia. Per queste Card, come spiega INPS nel messaggio n. 3005, hanno riaperto nuovamente le graduatorie per i comuni indicati. Questi ultimi, a loro volta, dovranno procedere a convalidare le eventuali nuove assegnazioni secondo le graduatorie già stabilite. Questa nuova fase dovrà concludersi entro il 31 agosto. In più, se i comuni non consolideranno le liste entro quella data, sarà l’Istituto stesso a farlo, proprio secondo le graduatorie già stabilite. A seguire, entro il 7 settembre, i comuni dovranno iniziare ad assegnare le nuove card nella maniera più tempestiva possibile.

La ragione alla base di tutto questo è semplice. Infatti, se le card non si attivano, cioè non si utilizzano almeno una volta entro il 15 settembre, allora decadono. E i fondi avanzati saranno rimessi a disposizione, dopo ottobre, sulle card già attive.

Bonus Carburante

Lo sappiamo tutti, i prezzi di diesel e benzina sono tornati a vette esorbitanti. Ma secondo il Governo e, più precisamente, da dichiarazioni del Ministro del Made in Italy, se la situazione dovesse rimanere così o addirittura peggiorare, non è da escludere una soluzione in forma di bonus. In altre parole, invece dei tagli delle accise, inapplicabili per ragioni di costo, si potrebbe preferire un sistema simile alla Carta “Dedicata a Te”. Insomma, un’agevolazione per i redditi medio bassi che potrebbe prendere la forma di una nuova prepagata per l’acquisto di carburante. Chiaramente, al momento si parla di ipotesi, anche se il caro carburante resta comunque uno dei nodi da sciogliere in vista della prossima legge di bilancio. Legge che, per ammissione dello stesso Ministro Giorgetti, non avrà una coperta abbastanza larga da coprire tutti i problemi.

GUARDA IL VIDEO!