Cassa integrazione caldo: Pubblicato il decreto in Gazzetta Ufficiale

Pubblicato ufficialmente il decreto con tutte le misure urgenti e la cassa integrazione a tutela dei lavoratori edili e agricoli per l’emergenza caldo.

Cassa integrazione caldo

Cassa integrazione caldo

Pubblicato ufficialmente il decreto con tutte le misure urgenti e la cassa integrazione a tutela dei lavoratori edili e agricoli per l’emergenza caldo.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto-legge contenente tutte le misure urgenti a tutela dei lavoratori in caso di emergenza climatica. Il decreto sulla cassa integrazione caldo ha preso il via dal 16 luglio 2023, data della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

https://open.spotify.com/episode/70kA8J8vYxB0LRNcSYP40Z
ASCOLTA IL PODCAST!

Nello specifico, per il periodo luglio-dicembre 2023, il decreto prevede che il trattamento ordinario di integrazione salariale per emergenze climatiche inevitabili non debba essere conteggiato nel calcolo della durata della cassa integrazione ordinaria. Inoltre, il testo estende questa possibilità anche ai lavoratori del settore edile, lapideo e delle escavazioni. 

Per quanto riguarda, invece, il settore agricolo, si può ricorrere alla cassa integrazione agricola nei casi di eccezionali eventi climatici. Può essere utilizzata per le riduzioni dell’attività lavorativa, per le sospensioni e per la riduzione dell’orario di lavoro. Il periodo per la fruizione va dall’entrata in vigore del decreto fino al 31 dicembre 2023.

In ultimo, come nel caso precedente, queste ore di cassa integrazione per eccezionali eventi climatici non devono essere conteggiate insieme alla cassa integrazione ordinaria. È importante ricordare che, per il settore agricolo, la cassa integrazione ordinaria ha una durata massima di 90 giornate l’anno.

GUARDA IL VIDEO!