CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO: ECCO LE NOVITÀ

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO: ECCO LE NOVITÀ

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO: ECCO LE NOVITÀ 

Il Decreto Sostegni bis introduce diverse novità sul fronte dei contributi a fondo perduto per imprese e professionisti.

Il Governo ha stabilito che la richiesta dei contributi possa essere presentata solamente se la dichiarazione dei redditi del 2020 viene trasmessa entro il prossimo 10 settembre.

Il Presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti, Marco Cuchel, fa notare che scelta simile significa non tenere minimamente in considerazione la portata del lavoro svolto dai professionisti economici.

Molto in anticipo rispetto alla scadenza naturale del 30 novembre, il termine del 10 settembre risulterebbe improponibile, considerando le tempistiche con cui l’Amministrazione Finanziaria mette a disposizione i software e gli aggiornamenti dei moduli di controllo per l’invio delle dichiarazioni.

Aggiunge il Presidente Cuchel, che sarebbe necessario, invece, dare più tempo per gli adempimenti fiscali, valutando la situazione di contribuenti, imprese e professionisti in questo periodo così difficile.

Bisogna considerare che, entro, il 30 giugno, oppure il 30 luglio con la maggiorazione dello 0,40%, sono dovuti i versamenti a saldo e quelli del primo acconto che risultano dalla dichiarazione dei redditi; sarebbe quindi opportuno disporne uno slittamento pensando sia allo stato di liquidità attuale delle imprese, che solo adesso iniziano a vedere una ripresa delle loro attività, sia all’impegno dei professionisti; lo strumento della proroga, quindi, potrebbe essere davvero una soluzione utile per tutti i soggetti coinvolti.

In definitiva, il Presidente Cuchel, chiede di:

  • modificare la scadenza del 10 settembre contenuta nel Decreto Sostegni bis per la richiesta del contributo a fondo perduto,
  • riconoscere un termine molto più ampio per l’invio della dichiarazione, e di introdurre una proroga adeguata per i versamenti che sono previsti al 30 giugno.