CONTROLLI PER “FINTI” FORFETTARI

CONTROLLI PER “FINTI” FORFETTARI

Sono in arrivo una serie di controlli da parte dell’Agenzia dell’Entrate per individuare irregolarità ed eventuali fruizioni indebite della tassazione agevolata al 15% da parte dei cosiddetti “finti forfettari”.

La legge di bilancio 2019 ha ampliato sensibilmente l’ambito soggettivo di applicazione del regime agevolato, estendendolo ai contribuenti con ricavi/compensi fino a 65.000 euro.

Con la modifica, però, sembrano in aumento anche i “finti forfettari”, cioè coloro che, pur non avendone i requisiti, trovano strade non legali per poter ugualmente godere della tassazione agevolata al 15%.

Per queste operazioni di verifica l’Agenzia opererà sui seguenti due fronti:

  • controllo diretto presso le sedi delle partite IVA;
  • analisi del rischio.

L’attività di controllo sarà rivolta nei confronti di coloro che hanno adottato il regime per la prima volta quest’anno ma anche verso i soggetti che già lo applicavano in precedenza.

Si tratterà di accessi diretti e verifiche presso le sedi di commercianti, artigiani e professionisti rientranti nell’analisi del rischio individuata sulla base delle informazioni presenti in anagrafe tributaria.

Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un commento

× WHATSAPP