DECRETO AGOSTO: PREVISTO BLOCCO DELLE CARTELLE FINO AL 15 OTTOBRE

DECRETO AGOSTO: PREVISTO BLOCCO DELLE CARTELLE FINO AL 15 OTTOBRE

DECRETO AGOSTO: PREVISTO BLOCCO DELLE CARTELLE FINO AL 15 OTTOBRE

Rinvio del 50% delle tasse sospese durante i tre mesi di lockdown e proroga a fine anno della Tosap e della Cosap per sostenere turismo e ristorazione

LE RICHIESTE DELLE IMPRESE

Sul tavolo del Mef ci sono alcune richieste mirate presentate dalle imprese chiamate a fare i conti con bilanci in rosso e perdite di fatturato ancora a due cifre anche nel mese di giugno.

Tra queste, in particolare:

  • la possibilità di recuperare da subito l’Iva per crediti non riscossi da imprese entrate in procedure concorsuali;
  •  la detassazione in capo ai dipendenti delle erogazioni dei datori di lavoro. Il caso più ricorrente nei mesi della crisi sanitaria sono state le somme erogate dalle imprese in favore dei loro dipendenti per coprire la differenza tra la busta paga ante pandemia e l’importo della cassa integrazione percepito dal lavoratore. Somme che dovrebbero essere considerate esentasse per il lavoratore che le percepisce.

CASH BACK

A tenere banco negli ultimi giorni è comunque l’operazione cash back: si tratta di un’operazione che – con l’obiettivo di contrastare l’evasione – il Governo italiano ha in realtà avviato a fine 2019 con l’idea di restituire parte della spesa sostenuta dai cittadini che rinunciano ai pagamenti in contanti e utilizzano la moneta elettronica.

 Sospesa per il Covid e lasciata a secco dal decreto rilancio per l’anno 2021 (i tre miliardi stanziati sono andati a finanziare buona parte dei 6,2 miliardi stanziati per gli aiuti a fondo perduto per le partite Iva), l’operazione cash back è pronta a tornare alla ribalta.

RIDUZIONE USO CONTANTI

Previsto un nuovo finanziamento (si ipotizzano 1,5 miliardi) in grado di assicurare la piena operatività già dal 1° gennaio del cash back con cui si punta ridurre l’uso del contante attraverso un conflitto di interessi: il cittadino che compra un qualsiasi bene o paga una prestazione di servizi con carte di debito, di credito o qualsiasi altra forma evoluta di pagamento elettronico beneficerà di uno sconto e si vedrà restituire una quota della spesa sostenuta.

RINVIO TASSE

Sul nuovo rinvio delle tasse l’obiettivo è quello di far pagare le tasse sospese a marzo, aprile e maggio alle aziende con particolari cali di fatturato solo per il 50% delle somme dovute e rinviare il restante 50% al 2021 e al 2022.

Per le imprese, nuovo rinvio (al 50%) delle tasse sospese a marzo aprile e maggio.l Dl agosto punta a far pagare le tasse sospese a marzo, aprile e maggio alle aziende con particolari cali di fatturato solo per la metà delle somme dovute rinviando il restante 50% al 2021 e al 2022.

RISTORAZIONE: FONDO PERDUTO PER IL MADE IN ITALY
Il decreto legge agosto dovrebbe trovare posto anche l’incentivo (costo della misura un miliardo è quello chiesto dalla) chiesto dalla ministra per le politiche agricole e alimentari Teresa Bellanova da destinare ai 180mila ristoratori che offrono nelle loro tavole prodotti alimentari made in Italy. Un finanziamento immediato e diretto senza complicazioni burocratiche tutto a fondo perduto di almeno 5mila euro a ristoratore

Lascia un commento