DECRETO AIUTI BIS: LE MISURE CONTRO SICCITÀ E CARO ENERGIA

DECRETO AIUTI BIS: LE MISURE CONTRO SICCITÀ E CARO ENERGIA

DECRETO AIUTI BIS: LE MISURE CONTRO SICCITÀ E CARO ENERGIA

Lo scorso 4 agosto è stato approvato il DL Aiuti bis, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 9 agosto ed entrato in vigore il giorno successivo. Il documento prevede importanti misure per fronteggiare l’emergenza siccità e il caro energia, due problematiche che stanno mettendo in seria difficolta l’intero settore agricolo.

Innanzitutto, per far fronte nell’immediato all’emergenza siccità, viene incrementato di 200 milioni di euro il Fondo di Solidarietà Nazionale per sostenere le imprese e le cooperative agricole danneggiate e che non dispongono di coperture assicurative a protezione da tale rischio. Per accedere agli aiuti, le imprese devono aver subito una perdita produttiva a causa della calamità superiore al 30%, infatti, se la percentuale è inferiore, il danno viene fatto rientrare nel normale rischio d’impresa. È importante ricordare che, per quanto riguarda i bandi, le istruzioni delle domande e l’erogazione degli aiuti, il Fondo Solidarietà Nazionale è interamente gestito dalle amministrazioni regionali delle aree colpite dalla calamità.

ASCOLTA IL PODCAST!

In merito al caro energia, invece, sono stati stanziati 194,41 milioni di euro per estendere il credito d’imposta dei carburanti per le attività agricole e della pesca e sono compresi anche gli acquisti effettuati nel terzo trimestre 2022. Una misura che mira ad attenuare le problematiche economiche dovute all’insistente aumento dei prezzi di gasolio e benzina. A tutto questo va, poi, aggiunto il contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale per tutte quelle imprese che hanno subito un incremento del costo superiore al 30% per kWh, rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019.

Infine, il pacchetto agricolo del DL Aiuti bis si chiude con il rafforzamento del bonus sociale energia elettrica e gas, che prevede la proroga dei crediti d’imposta per le aziende che acquistano gas ed energia elettrica anche nel terzo trimestre 2022 e la riduzione dell’accisa sui carburanti fino al 20 settembre 2022.

GUARDA IL VIDEO!