Decreto alluvioni lavoratori autonomi: L’indennità una tantum

È in arrivo l’indennità una tantum per i lavoratori autonomi prevista dal decreto alluvioni. Tutti i dettagli nella nuova circolare INPS n. 54.

Decreto alluvioni lavoratori autonomi

Decreto alluvioni lavoratori autonomi

È in arrivo l’indennità una tantum per i lavoratori autonomi prevista dal decreto alluvioni. Tutti i dettagli nella nuova circolare INPS n. 54.

L’indennità una tantum per i lavoratori autonomi, riconosciuta dal decreto alluvioni, nasce per contrastare i disagi causati dall’emergenza maltempo che ha colpito le regioni dell’Emilia Romagna e delle Marche. Infatti, INPS ha da poco pubblicato la circolare n. 54 con tutte le istruzioni sulla nuova misura.

https://open.spotify.com/episode/4uczKUDdt52W1jzhQCnajD
ASCOLTA IL PODCAST!

L’indennità una tantum è stata pensata per i lavoratori autonomi. Nello specifico, si riferisce ai collaboratori coordinati e continuativi, dottorandi, assegnisti di ricerca e i medici in formazione specialistica. Ma anche ai titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, ai lavoratori autonomi e ai professionisti, compresi i titolari di attività di impresa.

L’indennità è riconosciuta una sola volta per il periodo dal 1° maggio al 31 agosto 2023. I lavoratori, per riceverla, devono risultare al 1° maggio 2023 residenti o domiciliati in uno dei Comuni in cui si è dichiarato lo stato di emergenza. Inoltre, la loro attività deve risultare sospesa a partire dal 1° maggio 2023 a causa dell’alluvione.

L’importo della misura è pari a 500 euro per ciascun periodo di sospensione, non superiore a quindici giorni. Il massimo erogabile è di 3.000 euro. L’indennità si riceve solo su domanda, che deve essere presentata entro e non oltre il 30 settembre 2023. La domanda sarà disponibile a partire dal 15 giugno e può essere inviata esclusivamente online sul sito INPS. Basterà accedere tramite le proprie credenziali: SPID, Carta d’Identità Elettronica e Carta Nazionale dei Servizi. In mancanza di queste credenziali, è possibile presentare domanda attraverso il patronato oppure rivolgendosi al servizio di Contact Center multicanale.

GUARDA IL VIDEO!