Decreto Bollette 2023, nuovi e vecchi bonus: Ecco tutte le novità

I bonus sociali sono agevolazioni che possono spettare come rimborso oppure come sconto direttamente sulla bolletta. Per il 2023 i bonus sociali per corrente e gas sono stati rinforzati negli importi e estesi anche alle famiglie che hanno un ISEE fino a 15 mila euro.

decreto bollette 2023

Decreto Bollette 2023, nuovi e vecchi bonus: Ecco tutte le novità

Vecchi e nuovi bonus con il Decreto Bollette 2023 in Gazzetta Ufficiale. Prorogati i bonus bollette e le altre misure contro il caro energia.

I bonus sociali sono agevolazioni che possono spettare come rimborso oppure come sconto direttamente sulla bolletta. Per il 2023 i bonus sociali per corrente e gas sono stati rinforzati negli importi e estesi anche alle famiglie che hanno un ISEE fino a 15 mila euro.

ASCOLTA IL PODCAST!

Decreto Bollette 2023: Ecco cosa dice la Gazzetta Ufficiale

Con il nuovo decreto bollette, viene prorogato l’importo rafforzato del bonus per i prossimi tre mesi, ma c’è anche una ulteriore estensione dei beneficiari. Infatti, da aprile e fino a dicembre 2023, i bonus sociali elettricità e gas potranno spettare anche alle famiglie numerose, cioè che hanno almeno 4 figli a carico, e con ISEE fino a 30 mila euro. Prima, il limite ISEE per le famiglie numerose era di 20 mila euro.

I bonus sociali per disagio economico sono automatici, cioè basta fare l’ISEE. Se questo rientra nei requisiti richiesti, allora le agevolazioni saranno attivate automaticamente, anche se con tempi vari. L’unica eccezione è rappresentata dal bonus sociale elettrico per gravi condizioni di salute, per cui è ancora necessario presentare la specifica domanda.

Inoltre, il decreto bollette prevede anche la creazione di un nuovo bonus “riscaldamento” dal 1° ottobre. Si tratta di un contributo fisso, ma differenziato in base alle zone climatiche d’Italia, per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023. Questo nuovo bonus spetterà solo alle famiglie che non sono beneficiarie dei bonus sociali e solo nel caso in cui ci sarà un aumento del prezzo all’ingrosso del gas. Più precisamente, se il prezzo supera i 45/euro per megawattora. Per ulteriori dettagli bisognerà attendere uno specifico decreto interministeriale.
Tuttavia, nel decreto bollette ci sono novità anche per quel che riguarda l’IVA e gli oneri di sistema del gas.

Infatti, per il gas metano e il teleriscaldamento, anche per marzo, aprile e maggio 2023 sarà applicata l’IVA ridotta al 5%, invece che del 10%. Continua anche l’azzeramento di quasi tutti gli oneri di sistema per il gas, con l’eccezione dei costi a compensazione della vendita al dettaglio che, solo per aprile, saranno ridotti fino al 35% rispetto al mese precedente. Al contrario, non è stata prevista nessuna deroga per gli oneri di sistema dell’energia elettrica che, invece, dovrebbero tornare in bolletta a partire dal mese di aprile.

Infine, il decreto bollette prevede anche delle novità per le agevolazioni fiscali quando si realizzano interventi di risparmio energetico. Infatti, è stato stabilito che sarà possibile sommare le agevolazioni fiscali nazionali e i contributi regionali, se queste ultime lo consentono. A condizione, però, che la somma delle due misure non superi il 100% della spesa ammissibile per l’agevolazione fiscale o del contributo. Questa disposizione prende il via dalla pubblicazione del decreto bollette e durerà fino al 2024.

GUARDA IL VIDEO!