DETRAZIONI IRPEF RISTRUTTURAZIONI E RISPARMIO ENERGETICO: PROROGA?

DETRAZIONI IRPEF RISTRUTTURAZIONI E RISPARMIO ENERGETICO: PROROGA?

Il Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ha dichiarato necessaria la proroga degli incentivi e delle detrazioni Irpef per le ristrutturazioni e per l’efficienza energetica.

Infatti, dovrebbero essere prorogate fino al 2020 tutte le detrazioni Irpef che riguardano il recupero del patrimonio edilizio, l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, la realizzazione e manutenzione straordinaria di giardini e gli interventi di risparmio energetico «qualificato».

La proroga annunciata dovrebbe riguardare anche il limite massimo di spesa per singola unità immobiliare e relative pertinenze. Senza la proroga al 2020, la scadenza è fissata 31 dicembre 2019 anche per le altre detrazioni:

  • per la detrazione Irpef del 36% per la realizzazione e la manutenzione straordinaria di giardini;
  • la detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, solo se i lavori edili che consentono la detrazione dell’articolo 16-bis del Tuir sono iniziati nell’anno dell’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici o in quello precedente (ma prima del pagamento dei mobili);
  • tutte le detrazioni Irpef e Ires del 50% o 65% per gli interventi di risparmio energetico «qualificato», come ad esempio l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, di strutture opache verticali e di strutture opache orizzontali che hanno la detrazione del 65%, o l’installazione di finestre comprensive di infissi e di schermature solari (con detrazione del 50%).

La normativa attualmente in vigore, con o senza proroga, prevede comunque l’applicazione fino alla fine del 2021: delle detrazioni Irpef e Ires pari al:

  • delle detrazioni Irpef e Ires pari al 70% per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni condominiali, che interessano più del 25% dell’involucro dell’edificio;
  • delle detrazioni Irpef e Ires pari al 75% per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni condominiali, che migliorano la qualità media di cui al decreto 26 giugno 2015;
  • delle detrazioni Irpef e Ires pari al 50%, 70%, 75%, 80% o 85% per le misure antisismiche «speciali» nelle zone sismiche 1, 2 e 3.

La proroga delle detrazioni Irpef fornirebbe sostegno ad un settore in estrema difficoltà. Inoltre, se questi bonus diventassero definitivi, si creerebbe una situazione più vantaggiosa per tutti i contribuenti.

Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un commento

× WHATSAPP