DETTAGLIO DELLE PENSIONI FEBBRAIO 2023: DISPONIBILE SUL SITO INPS

DETTAGLIO DELLE PENSIONI FEBBRAIO 2023: DISPONIBILE SUL SITO INPS

DETTAGLIO DELLE PENSIONI FEBBRAIO 2023: DISPONIBILE SUL SITO INPS

Sono iniziati ad arrivare i dettagli delle pensioni di febbraio 2023 ma, al contrario di quello che aveva detto INPS, non sembra ci siano ancora tutti gli aumenti legati alla rivalutazione.

Sul sito INPS è stato reso disponibile il dettaglio delle pensioni di febbraio 2023, un documento che riporta alcune informazioni sulle pensioni, tra cui la data in cui è stata calcolata e l’importo che verrà pagato. Il dettaglio delle pensioni viene pubblicato intorno alla metà di ogni mese e si trova sul sito INPS, nel fascicolo previdenziale del cittadino. Per accedervi, è necessario avere lo SPID o un’altra identità digitale, oppure dare l’accesso a una persona di fiducia tramite la delega digitale ai servizi INPS. Attenzione, non confondiamo il “Dettaglio delle pensioni” con il “Cedolino delle pensioni” che, invece, è il documento che riporta effettivamente tutto quello che interviene sulla propria pensione, cioè tutte quelle voci che dall’importo lordo portano al netto.

Dopo la pubblicazione del dettaglio della pensione, però, molti pensionati, compresi quelli che ricevono trattamenti oltre 4 volte il minimo, lamentano di non aver ancora trovato nessun aumento e nessun conguaglio rispetto a gennaio. Di norma, questi aumenti spettano da gennaio a dicembre, cioè fino a quando ci sarà la rivalutazione successiva, oppure eventuali conguagli, tra cui l’anticipo del 2%. Però, sia tramite circolare, la n. 135 del 22 dicembre 2022, sia tramite comunicato stampa dello stesso giorno, INPS aveva fatto sapere che non avrebbe applicato tutti gli aumenti della rivalutazione a gennaio, ma solo quelli per le pensioni lorde che complessivamente arrivavano fino a circa 2.100 euro, cioè 4 volte il minimo. Questo perché, al momento in cui erano state calcolate le pensioni di gennaio, i lavori della legge di bilancio non erano stati ancora completati. 

INPS aggiungeva anche che, per i pensionati il cui trattamento pensionistico cumulato era superiore a 2.100 euro lordi, la rivalutazione delle pensioni sarebbe stata applicata alla prima rata utile al momento dell’approvazione della legge di bilancio. Visto che la legge di bilancio è arrivata in Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre 2022 e le pensioni di gennaio erano state già calcolate, la prima rata utile sarebbe quella di febbraio. Ma per il momento, non sembra che le cose siano andate in questo modo. Quindi, nell’ipotesi già preventivata che il completamento di tutte le rivalutazioni con tanto di conguagli, si sposterà a marzo, non resta che attendere ulteriori chiarimenti da parte di INPS sulla questione, oltre che il cedolino vero e proprio delle pensioni di febbraio, con tutti i dettagli del caso.

GUARDA IL VIDEO!