Dipendenti pubblici in Italia: I dati INPS del 2022

Dipendenti pubblici in Italia

Dipendenti pubblici in Italia

Sono oltre 3 milioni i dipendenti pubblici in Italia con almeno una giornata retribuita. È quanto emerge dall’ultimo osservatorio INPS che prende in considerazione i dati del 2022.

In totale, lo scorso anno, i lavoratori pubblici con almeno una giornata retribuita sono 3.705.329. La retribuzione media è di 34.153 euro e aumenta in base all’età del lavoratore per poi stabilizzarsi dai 55 anni in poi. Generalmente, risulta più alta per gli uomini: 40.157 euro contro i 30.262 per le donne. La media delle giornate retribuite, invece, è di 278. Nello specifico, il 39,7% dei lavoratori si trova nelle scuole, il 20% nel servizio sanitario, il 15,2% lavora nelle amministrazioni locali suddivise tra regioni, province e comuni. Infine, il 14% dei lavoratori fa parte delle forze armate, corpi di polizia e vigili del fuoco. 

L’osservatorio evidenzia che i dipendenti pubblici in Italia con un contratto a tempo indeterminato nel 2022 sono 3.065.709, poco meno dell’83% del totale. La loro retribuzione media è di 38.083 euro l’anno e 299 giornate medie retribuite. I lavoratori pubblici di età pari o superiore a 40 anni sono il 78%. In tutte le classi di età, le donne superano gli uomini con un’incidenza di oltre il 60%. Fanno eccezione le classi di età fino ai 19 anni e dai 20 ai 24 anni, dove la distribuzione per genere è pressoché la stessa. 

Passando alla distribuzione geografica, i dati INPS dimostrano che, nel 2022, il 24% dei dipendenti pubblici lavora nelle regioni del Centro. Il 23%  si trova nelle regioni del Nord-ovest, il 22% al Sud, il 20% in quelle del Nord-est e solo l’11,4% lavora nelle Isole. In ultimo, la retribuzione media più bassa dello scorso anno si registra al Nord. Mentre, l’importo più alto nelle regione del Centro, circa 35.800 euro l’anno.

Lascia un commento