Domanda di Assegno Sociale: Le novità INPS

Con il messaggio n. 2003, INPS comunica le novità sulla procedura di invio delle domande di Assegno Sociale.

domanda assegno sociale

Domanda Assegno Sociale

Cambia la modalità per fare domanda di Assegno Sociale. Ecco le novità da INPS.

Con il messaggio n. 2003, INPS comunica le novità sulla procedura di invio delle domande di Assegno Sociale. Innanzitutto, l’Assegno Sociale è una prestazione destinata alle persone che si trovano in condizioni di disagio economico e che hanno redditi sotto un determinato limite. Per questo 2023, il limite è di 6.542,51 euro annui per il singolo richiedente. Se coniugato, invece, è di 13.085,02 euro. Mentre, l’importo vero e proprio dell’Assegno Sociale è di 503,27 euro per 13 mensilità.

https://open.spotify.com/episode/3rGjLZs2wYPhhflGsYo1zo
ASCOLTA IL PODCAST!

Possono fare domanda le persone che hanno almeno 67 anni di età, la cittadinanza italiana o situazioni equiparate. Ad esempio, i cittadini extracomunitari titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo con la residenza in Italia. Ma anche dieci anni di soggiorno legale e continuativo nel nostro Paese e che si trovano in stato di bisogno economico.

Il messaggio INPS sull’Assegno Sociale

L’istituto fa sapere che entrerà in funzione una nuova piattaforma con un unico modello sia per la domanda che per l’istruttoria. Tuttavia, per il momento questa piattaforma è in via sperimentale. Su questo modello, l’istante potrà inserire in autonomia i propri dati anagrafici e reddituali. In questo modo, i tempi di istruttoria e liquidazione saranno velocizzati.

Come suddetto, la piattaforma è rilasciata inizialmente in via sperimentale. Infatti, potrà essere utilizzata esclusivamente dal cittadino che vuole presentare domanda di Assegno Sociale. Terminata la fase di sperimentazione, la piattaforma sarà disponibile anche per gli intermediari abilitati e i patronati.

Secondo INPS, la navigazione sulla nuova piattaforma è semplice ed intuitiva. Prima di tutto bisogna entrare sul sito INPS. Cliccare su “Sostegni, Sussidi e Indennità” poi su “Per persone a basso reddito” ed infine su “Assegno sociale”. A questo punto bisogna selezionare il profilo del cittadino e autenticarsi con la propria identità digitale (SPID di almeno di livello 2, Carta di Identità Elettronica, Carta Nazionale dei Servizi). Fatto ciò, il cittadino può scegliere se consultare una dichiarazione già presentata o compilare una nuova domanda.

Ma attenzione. INPS ricorda che la domanda può essere inviata solo a partire dal mese in cui si perfeziona il requisito anagrafico dell’età. Cioè da quando si compiono 67 anni. Nella procedura per l’invio della domanda bisognerà inserire soltanto il codice fiscale. Successivamente, il sito INPS compilerà in automatico i dati sulla cittadinanza, residenza ed eventuali trattamenti erogati dall’Istituto. Quest’ultima voce sarà direttamente compilata da INPS, che attinge alle informazioni risultanti dalle sue banche dati e non può essere modificata, mentre gli altri dati sì.

In ultimo, INPS richiederà anche ulteriori informazioni. La sentenza, in caso di separazione o divorzio, e i cittadini extracomunitari devono allegare il titolo di soggiorno di cui si è in possesso.

GUARDA IL VIDEO!