EVASIONE FISCALE: I PERSONAGGI PUBBLICI HANNO UN DOVERE ETICO

EVASIONE FISCALE: I PERSONAGGI PUBBLICI HANNO UN DOVERE ETICO

EVASIONE FISCALE: I PERSONAGGI PUBBLICI HANNO UN DOVERE ETICO 

Secondo la Suprema Corte, per i personaggi pubblici, il dovere di comportarsi eticamente è più stringente 

 
La Corte di Cassazione sentenza n. 21694 dell’8 ottobre 2020 conferma la natura fittizia del trasferimento della residenza fiscale del cantante Tiziano Ferro nel Regno unito; nell’affermare l’evasione fiscale per un paio di annualità, la Suprema corte ricorda che lazioni dei vip sono sotto gli occhi di tutti e, di conseguenza, il dovere di comportarsi eticamente è ancora più forte! 

A seguito delle contestazioni del cantante, la Suprema corte ha sottolineato che, nella quantificazione delle pene pecuniarie, hanno pesato una serie di elementi: 

  •  la natura dolosa del comportamento,  
  • l’assenza di condotte finalizzate ad eliminare gli effetti dell’evasione fiscale. 

Per i giudici di legittimità Tiziano Ferro ha un elevato livello economico e culturale, è certamente uno dei personaggi più conosciuti nel mondo della musica ed è in possesso «degli strumenti necessari per valutare la giustezza di un determinato comportamento»; la Cassazione, infine, con un monito rivolto a tutti i personaggi famosi, invita loro ad avere un atteggiamento che sia il più esemplare possibile, dal momento che le loro azioni sono pubbliche ed il loro dovere etico è amplificato.