Fermo Pesca Regione Lazio: Al via dal 1° giugno

Confermato il fermo pesca biologico per i pescherecci nel Lazio. È necessario il ripopolamento della specie.

fermo pesca lazio

Fermo pesca Lazio

Confermato il fermo pesca biologico per i pescherecci nel Lazio. È necessario il ripopolamento della specie.

Il fermo biologico per i pescherecci della Regione Lazio proviene dal decreto “Fermo Pesca 2023” pubblicato dal Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste.

ASCOLTA IL PODCAST!

Inizio e fine del Fermo biologico pesca Lazio

Nello specifico, lo stop partirà il 1° giugno e si concluderà venerdì 30 dello stesso mese. Interesserà, in totale, 63 pescherecci compresi nei compartimenti marittimi di Anzio, Civitavecchia e Fiumicino. Saranno autorizzati a continuare la propria attività solamente le imbarcazioni che si occupano della cattura dei molluschi e della piccola pesca.

Perché sarà attivato il fermo Biologico?

L’obiettivo di questo fermo è principalmente quello di consentire il ripopolamento di alcune specie ittiche attraverso la crescita dei giovani pesci nei primi stadi di sviluppo e il deposito indisturbato delle uova.

Le conseguenze del blocco della pesca nel Lazio

Tuttavia, in base ad alcune valutazioni dei pescatori di Fiumicino, molte attività ristorative e punti vendita dell’area del litorale romano saranno costretti ad acquistare il pescato proveniente dalla Campania, dall’Adriatico e dal mercato estero. Di conseguenza, sulle tavole romane potrebbero arrivare a mancare circa 200 quintali di prodotto ittico del Tirreno.

GUARDA IL VIDEO!