IMPOSTA DI BOLLO SULLA FATTURA ELETTRONICA: COSA BISOGNA SAPERE

IMPOSTA DI BOLLO SULLA FATTURA ELETTRONICA: COSA BISOGNA SAPERE

IMPOSTA DI BOLLO SULLA FATTURA ELETTRONICA: COSA BISOGNA SAPERE

Possibilità, per chi ha dimenticato di assolvere l’imposta di bollo nelle fatture elettroniche, di verificare i dati e di mettersi in regola.

Via libera alla procedura che consente, a chi ha dimenticato di assolvere l’imposta di bollo nelle fatture elettroniche, di verificare i dati messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate e di mettersi in regola.

Nel caso in cui il contribuente ritenga che non sussistano i presupposti per l’applicazione dell’imposta di bollo, potrà comunicarlo alle Entrate attraverso lo stesso servizio web dedicato, presente nel portale. 

In particolare, ciò è possibile perché sono demandate al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate:

  • la definizione delle modalità tecniche per l’integrazione delle fatture elettroniche e per la consultazione ed eventuale modifica, da parte di contribuenti e intermediari, dei dati proposti dall’Agenzia;
  • le modalità di comunicazione delle irregolarità per il recupero dell’imposta dovuta e non versata.

Ricordiamo che l’Agenzia delle Entrate, per ogni trimestre dell’anno, fornisce, nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi”, al titolare di partite Iva tenuto all’emissione della fattura elettronica due distinti elenchi:

  • uno con gli elementi identificativi delle fatture elettroniche inviate tramite Sdi che già riportano l’assolvimento dell’imposta di bollo;
  • l’altro con gli elementi identificativi delle fatture elettroniche inviate tramite Sdi che non riportano l’assolvimento dell’imposta di bollo ma per le quali l’imposta è dovuta.

Grazie alla disponibilità dei dati contenuti negli elenchi, il contribuente potrà verificare la propria situazione e scegliere se:

  • accettare i dati proposti e procedere con il pagamento di quanto dovuto;
  • selezionare le fatture per le quali ritiene che non siano realizzati i presupposti per l’applicazione dell’imposta di bollo.

Attenzione: i due elenchi sono resi disponibili nel portale “Fatture e Corrispettivi” sul sito dell’Agenzia entro il giorno 15 del mese successivo alla chiusura di ogni trimestre solare.

×