IMPOSTA DI SOGGIORNO: LA NUOVA MODALITÀ DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE

IMPOSTA DI SOGGIORNO: LA NUOVA MODALITÀ DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE

IMPOSTA DI SOGGIORNO: LA NUOVA MODALITÀ DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE

È da poco stata cambiata la modalità di invio telematico della dichiarazione dell’imposta di soggiorno. 

Nella sezione “Fiscalità regionale e locale – Dichiarazione telematica impostadi soggiorno” del sito del dipartimento delle Finanze, è ora disponibile la versione 3/2022 delle specifiche tecniche da utilizzare per l’invio telematico del modello dichiarativo entro il prossimo 30 giugno. Inoltre, il dipartimento fa sapere che adesso è anche disponibile ,nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate, la versione 1.1.0 del corrispondente modulo di controllo e l’applicazione web per l’invio interattivo della dichiarazione per l’imposta di soggiorno. In questo caso, per effettuare l’invio sarà necessario utilizzare i canali telematici (Entratel/Fisconline) dell’Agenzia delle Entrate.

ASCOLTA IL PODCAST!

La compilazione della dichiarazione dell’imposta di soggiorno di quest’anno è relativa al 2020 e al 2021, in quanto è previsto un unico invio per entrambi i periodi d’imposta entro il mese di giugno 2022. In linea generale, la dichiarazione deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui si è verificato il presupposto impositivo.

Il tributo locale può essere introdotto dai Comuni capoluogo di Provincia, dalle unioni di Comuni e dai Comuni inclusi negli elenchi regionali delle località turistiche o città d’arte. Coloro che incassano canoni per locazioni brevi e i gestori delle strutture ricettive devono riscuotere l’imposta di soggiorno dovuta dai loro clienti per poi riversarla all’ente locale e devono provvedere alla presentazione della dichiarazione. Quest’ultima può essere trasmessa anche da altri soggetti (come ad esempio i curatori fallimentari, il rappresentante o l’erede del gestore) o un intermediario abilitato.