INNOVAZIONE AGRICOLA: TUTTE LE NOVITÀ DELLA LEGGE DI BILANCIO 2023

INNOVAZIONE AGRICOLA: TUTTE LE NOVITÀ DELLA LEGGE DI BILANCIO 2023

INNOVAZIONE AGRICOLA: TUTTE LE NOVITÀ DELLA LEGGE DI BILANCIO 2023

La legge di bilancio 2023 non ha lasciato indietro la tematica dell’innovazione agricola e agroalimentare. Infatti, lo stesso ministro Lollobrigida, ha più volte ribadito di voler rafforzare questi settori che sono alla base della nostra economia.

Tra le misure previste dalla legge di bilancio c’è il Fondo per l’innovazione in agricoltura, dal valore di 75 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025. Si tratta di finanziamenti che hanno l’obiettivo di favorire lo sviluppo di progetti di innovazione, in modo tale da aumentare la produttività dei settori agricoli, della pesca e dell’acquacoltura. Inoltre, prevede anche la diffusione delle ultime tecnologie presenti sul mercato per la gestione dell’impresa, la riduzione di utilizzo di sostanze chimiche, il risparmio dell’acqua e per l’impiego di soluzioni robotiche, macchine, infrastrutture e piattaforme 4.0.

ASCOLTA IL PODCAST!

La seconda misura, invece, riguarda la proroga della scadenza per la conclusione degli investimenti in beni strumentali, portata dal 30 giugno al 30 settembre 2023. Per beni strumentali si intende l’acquisto di macchinari agricoli 4.0 necessari per l’innovazione tecnologica e digitale delle imprese, i quali dovranno essere stati prenotati, accettati dal venditore e pagati con acconto di almeno il 20% del costo, entro il 31 dicembre 2022. Nel caso in cui queste condizioni siano state eseguite correttamente, allora si avrà diritto ad un credito d’imposta secondo le percentuali del 2022, ovvero il 40% per investimenti fino a 2,5 milioni, il 20% da 2,5 a 10 milioni e il 10% dai 10 fino ad un massimo di 20 milioni di euro. Al contrario, dal 2023 queste percentuali verranno dimezzate.

Infine, c’è il Fondo per la sovranità alimentare per il quale sono stati stanziati 100 milioni di euro, 25 milioni per ciascuno degli anni 2023, 2024, 2025 e 2026. Questa misura ha lo scopo di fortificare il settore agricolo e agroalimentare, cercando di ridurre i costi di produzione, garantendo scorte e rifornimenti alimentari, tutelando e valorizzando i prodotti Made in Italy.

GUARDA IL VIDEO!