Assegno Unico 2023: Gli ultimi dati INPS aggiornati

Pubblicati gli ultimi dati INPS sull’Assegno Unico e Universale 2023.

inps assegno unico 2023

INPS Assegno Unico 2023

Pubblicati gli ultimi dati INPS sull’Assegno Unico e Universale 2023.

Il periodo preso in considerazione da INPS nell’ultimo osservatorio sull’Assegno Unico e Universale riguarda le domande presentate dal 1° gennaio 2022 al 30 aprile 2023 e i pagamenti erogati tra marzo 2022 e aprile 2023.

Le domande di Assegno Unico presentate all’Istituto ad aprile 2023 sono in totale 54.490. Con un numero di richiedenti pagati pari a 5.485.677 per 8.723.621 figli. Solo un mese prima, a marzo 2023, le domande erano 87.370 e i richiedenti pagati 5.498.113, per 8.689.158 figli. Tornando al mese di aprile, INPS rileva che l’importo medio mensile per richiedente ammonta a 244 euro. La media è di 154 euro mensili per figlio.

A livello geografico, l’osservatorio mostra che gli importi più elevati della misura si sono riscontrati nelle regioni del Sud Italia. Il valore medio mensile è di 167 euro a figlio. La Calabria è la regione con il valore massimo registrato, pari a 177 euro. Al contrario, gli importi meno consistenti si trovano nella parte Nord del Paese, dove l’importo medio per figlio è di 146 euro. Il valore minimo, in questo caso, si registra in Valle D’Aosta con 138 euro.

Come sempre, nella parte finale dell’osservatorio, INPS menziona anche i percettori di Reddito di Cittadinanza che ricevono l’Assegno Unico in misura integrata. La spesa complessiva per le integrazioni effettuate è di 53,3 milioni di euro, per 280.230 nuclei al mese percettori di RdC. Con riferimento a 467.732 figli.