INPS: ULTERIORI CHIARIMENTI SULL’INDENNITÀ UNA TANTUM 2.400 EURO

INPS: ULTERIORI CHIARIMENTI SULL’INDENNITÀ UNA TANTUM 2.400 EURO

INPS: ULTERIORI CHIARIMENTI SULL’INDENNITÀ UNA TANTUM 2.400 EURO

Con il messaggio n. 1764 del 30 aprile 2021 l’Istituto fornisce nuovi chiarimenti sulla precedente circolare riguardante l’indennità una tantum 2.400€.

Ricordiamo che, con la circolare n. 65 del 19 aprile 2021, l’INPS ha fornito istruzioni amministrative:

  • in materia di indennità una tantum previste dal decreto Sostegni a favore delle categorie di lavoratori già beneficiari delle indennità di cui agli articoli 15 e 15-bis del decreto Ristori;
  • riguardi l indennità onnicomprensiva a favore di alcune categorie di lavoratori le cui attività lavorative sono state colpite dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

In particolare, con il successivo messaggio n. 1764 del 30 aprile 2021 l’Istituto fornisce i seguenti chiarimenti sulla circolare:

  1. in relazione all’indennità onnicomprensiva ai lavoratori dello spettacolo che non abbiano già fruito delle indennità di cui agli articoli 15 e 15-bis del decreto Ristori, si chiarisce che i limiti di reddito di 75.000 euro e di 35.000 euro, che non devono essere superati dai richiedenti che compongono le due platee di potenziali beneficiari con rispettivamente 30 contributi giornalieri ovvero 7 contributi giornalieri nel periodo di osservazione, fermi restando tutti gli altri requisiti, si riferiscono al solo reddito prodotto nell’anno 2019;
  2. inoltre, chiarisce che l’incompatibilità di tutte le indennità disciplinate dall’articolo 10 del decreto Sostegni con il Reddito di emergenza, è da intendersi solo ed esclusivamente con il Rem 2021.

Lascia un commento

×