Lavoratori parasubordinati Gestione Separata: I dati INPS

Pubblicato l’osservatorio INPS con i dati sui lavoratori parasubordinati, professionisti e collaboratori, iscritti alla Gestione Separata.

Lavoratori parasubordinati Gestione Separata

Lavoratori parasubordinati Gestione Separata

Pubblicato l’osservatorio INPS con i dati sui lavoratori parasubordinati, professionisti e collaboratori, iscritti alla Gestione Separata.

L’osservatorio INPS sui lavoratori parasubordinati della Gestione Separata prende in esame il periodo 2015-2022. In totale, il numero di lavoratori parasubordinati contribuenti è passato da 1.434.856 nel 2015 a 1.526.309 nel 2022. Nello specifico, si tratta di 1.049.924 collaboratori e 476.385 professionisti.

https://open.spotify.com/episode/2rWk0NwX6AGOES8IDYgNg0
ASCOLTA IL PODCAST!

I dati evidenziano un calo delle donne collaboratrici: 39% nel 2015 contro il 37,8% nel 2022. Al contrario, aumentano nella tipologia dei professionisti: il 42% del 2015 passa al 46,6% del 2022. Il reddito medio più alto, però, è quello degli uomini, quasi il doppio rispetto al reddito delle donne. 

Per quanto riguarda le fasce d’età, l’aumento più consistente si registra per i lavoratori dai 60 anni in su (+16,6%). A seguire, ci sono i giovani under 30 (+8,7%) e i lavoratori dai 30 ai 59 anni (+3,4%). In ultimo, dal punto di vista geografico, i dati dell’Istituto segnano un aumento del 12% al Sud e nelle Isole, del 5% al Nord e del 4% nelle regioni del Centro.

Nell’Osservatorio sono riportate informazioni sui lavoratori contribuenti alla Gestione Separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge n.335/1995 (c.d. lavoratori parasubordinati), con l’esclusione dei prestatori di lavoro accessorio e occasionale. Si è sottolineato contribuenti in quanto, in generale ma soprattutto in una gestione come quella in esame caratterizzata da significativo turn-over, è opportuno distinguere gli iscritti che non lavorano più dagli iscritti attivi: quest’ultimi sono i soggetti che versano (senza ritardi) la contribuzione di competenza dell’anno e rappresentano l’unità di analisi dell’Osservatorio.” [Fonte: INPS]

GUARDA IL VIDEO!