Lavoratori sportivi e INAIL: Esteso l’obbligo dell’assicurazione

Estesa anche ad altre categorie di lavoratori sportivi dilettantistici l’assicurazione obbligatoria INAIL.

Lavoratori sportivi e INAIL

Lavoratori sportivi e INAIL

Estesa anche ad altre categorie di lavoratori sportivi dilettantistici l’assicurazione obbligatoria INAIL.

La circolare INAIL n. 46 estende, dal 1° luglio 2023, l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali anche ai lavoratori sportivi dilettantistici. A condizione che si tratti di un contratto di lavoro dipendente.

ASCOLTA IL PODCAST!

Le categorie di lavoratori

Le categorie di lavoratori sportivi dilettantistici obbligate sono:

  • i lavoratori subordinati sportivi, a prescindere che facciano parte del settore professionistico o dilettantistico;
  • i giovani atleti con contratto di apprendistato;
  • i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionali;
  • le persone che hanno un tipo di rapporto di lavoro occasionale.

Al contrario, non sono obbligati:

  • i lavoratori sportivi con contratti di lavoro di collaborazione coordinata e continuativa;
  • gli sportivi dilettanti volontari;
  • i lavoratori dipendenti della pubblica amministrazione, a prescindere che siano volontari o che ricevano un compenso;
  • il personale dei gruppi sportivi militari;
  • i lavoratori sportivi autonomi con contratto d’opera.

Lavoratori del settore professionistico e assicurazione INAIL

Per quanto riguarda il settore professionistico, l’assicurazione INAIL è obbligatoria solo per i lavoratori sportivi con contratto di lavoro subordinato. Quindi, dal 1° luglio 2023, sono esclusi i lavoratori autonomi, ad esempio, i direttori tecnici o gli istruttori presso impianti, circoli o società sportive. Rimangono esclusi dall’obbligo assicurativo anche i maestri di sci e le guide alpine. Questo perché si tratta di lavoro autonomo. Ma anche perché sono due figure iscritte agli appositi albi professionali che lavorano principalmente come soci di scuole o società. 

Co.co.co. e assicurazione INAIL

L’Istituto conferma che rimangono escluse dall’obbligo assicurativo le collaborazioni coordinate e continuative nel dilettantismo sportivo. Tuttavia, dal 1° luglio 2023, sono incluse le co.co.co amministrativo-contabili, con un tasso medio del 5 per mille. 

In ultimo, per chi non è titolare di codice ditta e posizioni assicurative già attive, deve presentare l’iscrizione a INAIL attraverso il servizio online. Poi, deve indicare nella denuncia il presunto risarcimento relativo ai periodi 1° luglio – 31 dicembre 2023 e per l’anno 2024. La scadenza per presentare la denuncia di iscrizione è il 30 novembre 2023. E sempre entro il 30 novembre dovranno essere presentate le denunce di variazione. In pratica, per coloro che sono già assicurati, quindi con codice ditta e posizione assicurativa attiva, ma che devono denunciare nuovi rischi. 

GUARDA IL VIDEO!