Mangiare senza glutine: Fa bene a chi non è celiaco?

Negli ultimi anni sono aumentate le persone che decidono di mangiare cibi senza glutine, anche se non sono celiache. Ma è una scelta corretta per la salute?

mangiare senza glutine

Mangiare senza glutine:

Negli ultimi anni sono aumentate le persone che decidono di mangiare cibi senza glutine, anche se non sono celiache. Ma è una scelta corretta per la salute?

Sempre più italiani stanno scegliendo di consumare alimenti senza glutine, nonostante non siano celiaci, ignari delle conseguenze. Ma, innanzitutto, è bene fare chiarezza su cosa sono il glutine e la celiachia.

GUARDA IL VIDEO!

Glutine e Celiachia: Cosa sono?

Il glutine è un complesso proteico presente in alcuni cereali, tra cui il frumento. Serve a rendere gli impasti più elastici e a favorire la lievitazione. Le persone che non possono mangiare glutine sono affetti da celiachia. Si tratta di una malattia autoimmune per la quale non esiste una cura medica, ma solo la dieta senza glutine. Nei soggetti celiaci l’ingestione di glutine provoca la regressione dei villi intestinali e, di conseguenza, una grave infiammazione dell’intestino tenue. Questa infiammazione, a lungo andare, danneggia la mucosa causando una malnutrizione.

Mangiare senza glutine fa dimagrire?

Nell’ultimo periodo si è divulgata la credenza che mangiare cibi gluten free faccia bene perché più sani e leggeri e che, quindi, aiutino a perdere peso. Ma questa credenza è assolutamente falsa perché, in realtà, è esattamente l’opposto. Infatti, mangiare quotidianamente senza glutine, se non affetti da celiachia, può avere effetti negativi per la salute. Oltre all’aumento di peso, c’è il rischio di riscontrare malattie croniche, carenze nutrizionali, l’alterazione della flora batterica e disturbi alimentari.

Questo perché i cibi senza glutine, cioè dove il glutine viene tolto chimicamente, sono poveri di fibra, ma ricchi di sale, grassi saturi e zuccheri. Discorso leggermente diverso è per i cibi che sono naturalmente senza glutine, come quinoa, mais, grano saraceno e riso. Infatti, se alternati ai classici cereali, quindi ad alimenti con glutine, possono essere molto nutrienti nella dieta quotidiana.

GUARDA IL VIDEO!