Miele senza api: La risposta della Commissione europea

Il miele è un alimento naturale, buono e soprattutto dai grandi benefici per la salute. Ma come sarebbe se non fosse ricavato dalle api? È proprio questa la nuova proposta lanciata alla Commissione europea.

miele senza api

Miele senza api: La risposta della Commissione europea

Il miele è un alimento naturale, buono e soprattutto dai grandi benefici per la salute. Ma come sarebbe se non fosse ricavato dalle api? È proprio questa la nuova proposta lanciata alla Commissione europea.

È già da un po’ di tempo che il mondo apistico sta pubblicizzando una tipologia di miele che definiscono “prodotto senza lo sfruttamento delle api”. A tal proposito, hanno presentato alla Commissione europea una domanda per approvare la vendita di miele prodotto senza api.

ASCOLTA IL PODCAST!

Cos’è il miele senza api

Si tratta di un alimento elaborato attraverso l’utilizzo di estratti vegetali e sciroppi zuccherini e che si propone come sostituto del miele con l’obiettivo di tutelare il benessere delle api. Il primo miele senza api è nato in una strat up della California e adesso si pensa di iniziare a venderlo anche in Europa.

La risposta dell’Europa

Tuttavia, la Commissione europea non la pensa proprio così e la riposta a questa richiesta non è stata del tutto positiva. L’Europa, infatti, pensa che questo nuovo prodotto, nonostante possa essere simile e altrettanto buono, non può comunque chiamarsi miele. La Commissione fa anche alcune similitudini, ad esempio le bevande a base di avena, riso e soia non si chiamano latte oppure la margarina non si chiama burro.

Di conseguenza, la Commissione conclude dicendo che non può vietarne la vendita sulla base del principio di libertà di impresa. Quindi, questo nuovo prodotto potrà essere commercializzato in Europa, ma dovrà avere un nome diverso da quello del miele tradizionale.

GUARDA IL VIDEO!