Modello 730 precompilato 2023: È online sul sito dell’Agenzia delle Entrate

Il modello precompilato del 730/2023 è ora disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate per consultarlo e, se necessario, modificarlo.

modello 730 precompilato 2023

Modello 730 precompilato 2023

Il modello precompilato del 730/2023 è ora disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate per consultarlo e, se necessario, modificarlo.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è ora disponibile la dichiarazione precompilata del modello 730/2023. Dalla pagina iniziale del sito basta recarsi nella sezione “Servizi” e poi accedere all’area riservata tramite SPID, Carta d’Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi. L’accesso può anche essere eseguito attraverso le credenziali Fisconline o Entratel. Una volta fatto l’accesso, è possibile scegliere tra il modello 730 oppure il modello Redditi, sempre precompilato dall’Agenzia delle Entrate.

ASCOLTA IL PODCAST!

Selezionato il modello, il sito mostra il riepilogo di tutti i dati inseriti. Attenzione, può accadere che l’Agenzia segnali di non aver potuto utilizzare uno specifico dato. In questo caso, ne indicherà le motivazioni e il contribuente potrà inserire il dato corretto.

E’ molto importante tenere a mente che, mentre si consulta la dichiarazione precompilata e magari si decide di effettuare modifiche, bisogna sempre ricordarsi di salvare prima di passare alla schermata successiva. E a proposito di modifiche, queste saranno possibili a partire da giovedì 11 maggio. Sempre da questa data sarà anche possibile procedere all’invio del modello.

Le novità del modello precompilato 730/2023

Quest’anno sono previste tutta una serie di novità. Una di queste è che l’Agenzia ha incluso nella dichiarazione precompilata dei nuovi dati. Ad esempio, le spese per i canoni di locazione, le spese per corsi statali post-diploma di alta formazione e specializzazione artistica e musicale.

Un’altra novità riguarda il modello redditi. Da quest’anno, infatti, è possibile annullare l’invio nel caso in cui, solo dopo, ci si accorge di aver commesso un errore. Le scadenze da rispettare sono due. Il 26 giugno, se insieme alla dichiarazione è predisposto anche un modello di pagamento F24. E il 27 settembre, se per la dichiarazione inviata non è predisposto l’F24. 

Nulla cambia, invece, per il modello 730 che anche prima consentiva l’annullamento dell’invio. In questo caso, l’annullamento potrà essere eseguito tra il 17 maggio e il 20 giugno.

Inoltre, l’Agenzia delle Entrate, al fine di fornire un maggiore aiuto ai contribuenti, prevede la delega digitale ad un familiare o ad una persona di fiducia per la gestione dei servizi online e per la compilazione e l’invio della dichiarazione precompilata.

Infine, per quanto riguarda le scadenze per l’invio del modello 730, il termine finale è il 2 ottobre. Mentre, la scadenza per il modello redditi persone fisiche è il 30 novembre

GUARDA IL VIDEO!