Monitoraggio pensioni 2022 e primi nove mesi 2023: I dati INPS

Con un importo medio di poco più di 1.000 euro, nei primi 9 mesi del 2023, si contano oltre 500 mila pensioni. Lo fa sapere il monitoraggio pensioni 2022 INPS.

Monitoraggio pensioni 2022

Monitoraggio pensioni 2022

Con un importo medio di poco più di 1.000 euro, nei primi 9 mesi del 2023, si contano oltre 500 mila pensioni. Lo fa sapere il monitoraggio pensioni 2022 INPS.

L’osservatorio sul monitoraggio INPS prende in esame le pensioni con decorrenza nel 2022 e quelle del periodo gennaio – settembre 2023. Dai dati raccolti dall’Istituto emerge che le pensioni con decorrenza nel 2022 sono 861.471, con un importo medio mensile di 1.177 euro. Nello specifico, 301.264 sono pensioni di vecchiaia, inclusi gli assegni sociali. Le pensioni anticipate, invece, sono 260.515, 247.037 sono pensioni ai superstiti e 52.655 sono pensioni di invalidità.

ASCOLTA IL PODCAST!

Passando ai dati dei primi nove mesi del 2023, l’importo medio è di 1.207 euro per un totale di 579.121 pensioni. Di queste, 220.584 sono pensioni di vecchiaia, 171.800 sono pensioni anticipate, 153.538 sono pensioni ai superstiti e 33.199 sono pensioni di invalidità.

A seguire, l’osservatorio evidenzia che il Fondo Pensioni dei Lavoratori Dipendenti, nel 2022, ha totalizzato 373.707 pensioni. Da gennaio a settembre 2023, invece, se ne contano 247.798. Per quanto riguarda la gestione dipendenti pubblici, INPS conta 148.169 pensioni nel 2022 e 92.202 nei primi nove mesi del 2023. Per la gestione artigiani, si hanno 91.735 pensioni nel 2022 e 62.712 da gennaio a settembre 2023. Sono, invece, 81.725 e 55.257 per il fondo commercianti. 42.223 e 30.350 per i parasubordinati, coltivatori diretti, coloni e mezzadri (39.640 e 25.273). Gli assegni sociali sono 84.272 nel 2022 e 65.529 nel 2023.

GUARDA IL VIDEO!