ONLUS: IN ATTESA DI ALLINEAMENTO, VALIDO IL VECCHIO REGIME

ONLUS: IN ATTESA DI ALLINEAMENTO, VALIDO IL VECCHIO REGIME

Con la Risoluzione numero 89/E del 25 Ottobre, l’Agenzia delle entrate chiarisce la posizione degli enti del terzo settore. Infatti, la risoluzione riguarda gli enti iscritti ai registri ONLUS, organizzazione di volontario o associazioni di promozione sociale (come previsto dall’articolo 101, comma 2, del Dlgs. n. 117/2017). In poche parole, se questi enti non adeguano il proprio statuto alle disposizioni del decreto-legge entro il termine che lo stesso decreto ha stabilito, possono continuare ad applicare le disposizioni fiscali già in vigore. Però, fino a quando entrerà in funzione del registro Unico Nazionale del terzo settore.

In primo luogo, L’Agenzia si è rifatta al Codice del terzo settore

Sino all’operatività del Registro unico nazionale del Terzo settore, continuano ad applicarsi le norme previgenti ai fini e per gli effetti derivanti dall’iscrizione degli enti nei registri ONLUS, Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale che si adeguano alle disposizioni inderogabili del presente decreto entro ventiquattro mesi dalla data della sua entrata in vigore (vale a dire entro il 3 agosto 2019). Entro il medesimo termine esse possono modificare i propri statuti con le modalità e le maggioranze previste per le deliberazioni dell’assemblea ordinaria al fine di adeguarli alle nuove disposizioni inderogabili o di introdurre clausole che escludono l’applicazione di nuove disposizioni derogabili mediante specifica clausola statutaria” (articolo 101, comma 2, del Dlgs n. 117/2017).”


Inoltre, con l’articolo 43 comma 4-bis, sempre l’Agenzia ha previsto che i termini per l’adeguamento degli statuti delle Onlus, delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni di promozione sociale, sono prorogati al 30 giugno 2020.

In più, con riferimento alla circolare circolare n. 13/2019 del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, l’Agenzia ha precisato che un ente iscritto all’Organizzazione di volontariato (legge n. 266/1991) o all’Associazione di promozione sociale (legge n. 383/2000) può continuare ad applicare le disposizioni fiscali che provengono dalle norme citate, se è in possesso dei requisiti formali e sostanziali che sono previsti dalle leggi di settore. E questo, fino al termine presente nel comma 2, dell’articolo 104 del Codice, anche nel caso in cui non l’ente non procede ad fare l’adeguamento dello statuto alle disposizioni inderogabili del Codice entro il 30 giugno 2020.

Allo stesso modo, un ente iscritto all’Anagrafe delle Onlus può continuare ad applicare le disposizioni fiscali previste dal Dlgs n. 460/1997, se è in possesso dei requisiti formali e sostanziali previsti nel decreto citato, fino al termine previsto nel comma 2, dell’articolo 104 del Codice, anche nel caso in cui non proceda ad adeguare lo statuto entro il 30 giugno 2020 alle disposizioni inderogabili del Codice.

Ti potrebbe interessare anche:

Lascia un commento

× WHATSAPP