Osservatorio INPS sul precariato: I dati di gennaio 2023

L’osservatorio INPS sul precariato mostra un aumento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato. Tuttavia, diminuiscono le assunzioni nel settore privato e le conferme di apprendistato.

L’osservatorio INPS sul precariato mostra un aumento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato. Tuttavia, diminuiscono le assunzioni nel settore privato e le conferme di apprendistato.

L’ultimo osservatorio INPS sul precariato riguarda i dati di gennaio 2023. Confrontando i dati del mese di gennaio 2022 con quelli di quest’anno, l’Istituto evidenza un aumento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato. Infatti, a gennaio 2023 se ne contano 97.857, mentre nel 2022 sono state 91.236. Nel settore privato, però, si registra un calo delle assunzioni: 663,003 a gennaio di quest’anno, 686,127 a gennaio 2022.

https://open.spotify.com/episode/5xLM827GQZmEITCpuqyHlu?si=aeb34ad13ed247e5
ASCOLTA IL PODCAST!

L’osservatorio INPS sul precariato nel dettaglio

Per quanto riguarda i contratti di apprendistato, dall’osservatorio INPS risulta che a gennaio 2023 sono stati confermati 10.637 rapporti giunti a conclusione del periodo formativo. Un numero in calo se si pensa che lo scorso anno le conferme sono state 12.017. 

In diminuzione anche le cessazioni. A gennaio 2023 l’osservatorio ne registra complessivamente 494.219, mentre nello stesso mese dell’anno precedente sono state 516.882.

Passando ai contratti di prestazione occasionale, l’Istituto fa sapere che il numero di lavoratori impiegati a gennaio 2023 è sulle 11.514 unità, in leggero aumento rispetto allo stesso mese del 2022, con 11.235 unità. Mentre, l’importo medio mensile lordo della loro remunerazione effettiva è di 236 euro.

Infine, l’osservatorio rileva un lieve aumento dei lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia (11.963). Mentre, a gennaio 2022, erano 11.129 unità con importo medio mensile lordo di 181 euro.

GUARDA IL VIDEO!