Pagamenti Agosto 2023: Doppio anticipo per RdC e calendario per l’Assegno Unico

I pagamenti di agosto 2023 saranno regolari per l’Assegno Unico. Per il Reddito di Cittadinanza, invece, è previsto un doppio anticipo. Qualcuno parla anche di un “bonus” da 150 euro per l’inflazione. Ma le cose non stanno proprio così.

Pagamenti Agosto 2023

Pagamenti Agosto 2023

I pagamenti di agosto 2023 saranno regolari per l’Assegno Unico. Per il Reddito di Cittadinanza, invece, è previsto un doppio anticipo. Qualcuno parla anche di un “bonus” da 150 euro per l’inflazione. Ma le cose non stanno proprio così.

Con largo anticipo per via del ferragosto, il 9 agosto sono partite le elaborazioni di Reddito e Pensione di Cittadinanza di metà mese. Cioè, quelle che interessano rinnovi, prime domande o arretrati. Dalle elaborazioni la data di pagamento prevista è per l’11 agosto.

ASCOLTA IL PODCAST!

Pagamenti Assegno Unico e Universale integrato su RdC e a domanda di agosto 2023

A seguire, ci sarà una nuova elaborazione di arretrati di Assegno Unico integrato su RdC, quindi rata di giugno o un altro dei mesi precedenti. Anche se RdC è sospeso per i 7 mesi, si consiglia di non buttare via la card. Infatti, INPS ha intenzione di lasciarla attiva per completare eventuali pagamenti arretrati e conguagli dell’Assegno Unico su RdC.

L’Istituto ha iniziato a pubblicare le disposizioni di pagamento relative al mese di agosto. Proprio come da calendario INPS, i primi pagamenti sono previsti dal 18 agosto. Mentre, le prossime date dovrebbero essere il 21, il 22 agosto e a seguire fino alla fine del mese per nuove domande o variazioni.

Ricarica RdC fine mese e bonus 150 euro anti-inflazione

Anche questa ricarica RdC di fine mese dovrebbe essere anticipata per ragioni di calendario, indicativamente al 25 agosto. Inoltre, tante testate giornalistiche stanno riportando la notizia che con questa ricarica arriverà anche un nuovo bonus anti-inflazione da circa 150 euro. In alcuni casi, si sostiene che questo bonus arriva secondo lo stesso principio di rivalutazione applicato per l’Assegno Unico. Niente di più falso: il Reddito di Cittadinanza non è soggetto a rivalutazione annuale in base all’inflazione. 

Eventualmente, si potrebbe trattare del vecchio bonus automatico da 150 euro del Decreto Aiuti ter, per qualcuno che non lo ha mai ricevuto da novembre 2022, né su RdC né sulle altre misure per cui spettava.  Quindi, chiaramente, se si è già ricevuto il bonus 150 euro su RdC, sulla pensione, sulla NASpI, sulla disoccupazione agricola, sull’indennità di frequenza e così via, non se ne riceverà un altro.

Assegno Unico dopo RdC sulla Card

Agosto rappresenterà per circa 30 mila nuclei familiari il settimo e ultimo pagamento del 2023. Sempre al netto di un’eventuale presa in carico dei servizi sociali. Però, chi si trova a ricevere il celebre SMS, ma ha figli maggiorenni fino a 21 anni per cui spetta l’Assegno Unico, potrà fare domanda di Assegno vera e propria per riceverlo su IBAN dal mese successivo.

Inoltre, l’Assegno Unico per i figli maggiorenni è perfettamente compatibile e cumulabile con il Supporto per la Formazione e il Lavoro e l’Assegno di Inclusione. Invece, chi non presenta la domanda di Assegno Unico per i figli maggiorenni, ma ne ha ancora diritto, continuerà a ricevere i pagamenti sulla card RdC fino a quando non farà domanda.

GUARDA IL VIDEO!