Pagamenti INPS di Aprile 2023: NASpI, Assegno Unico, RdC, Bonus 150 e Pensioni

Assegno Unico, Pensioni, Reddito di Cittadinanza e NASpI. Ecco le date di pagamento INPS per aprile 2023.

inps pagamenti aprile 2023

Pagamenti INPS di Aprile 2023: NASpI, Assegno Unico, RdC, Bonus 150 e Pensioni

Assegno Unico, Pensioni, RdC e NASpI. Ecco le date di pagamento INPS per aprile 2023.

Come sempre, si tratta di previsioni perché, tranne alcune eccezioni, come le pensioni o RdC, le date effettive dei pagamenti INPS per aprile 2023 possono cambiare da persona a persona. Perciò, è sempre bene controllare il proprio fascicolo previdenziale.

ASCOLTA IL PODCAST!

Assegno Unico e Universale a domanda

I primi giorni di aprile fino all’11 sono date dedicate principalmente agli arretrati dell’Assegno Unico, riferiti quindi al mese di marzo. Tra l’altro, INPS ha anche aggiornato il simulatore dell’Assegno Unico sul proprio sito, che adesso si può usare senza lo SPID. Il nuovo simulatore ha sia gli importi aggiornati per il 2023, ma anche una serie di domande per rendere più semplice la simulazione dell’importo.

Per l’Assegno Unico e Universale a domanda di aprile, invece, bisognerà attendere ancora una settimana prima di vedere le date nei fascicoli previdenziali. Al contrario, manca ancora un riferimento per i conguagli dell’Assegno Unico, che da circolare INPS erano previsti a febbraio e invece ancora non ci sono.

Pensioni di maggio

Le pensioni saranno pagate dal 2 maggio, sia in banca che in Poste, perché il primo è festa. Tuttavia, già da aprile sarà possibile conoscere l’importo che si riceverà, di particolare importanza per le pensioni minime a cui spettano ancora aumenti e arretrati. Tra il 10 e il 15 aprile, infatti, dovrebbe essere aggiornato il dettaglio delle pensioni per il mese di maggio sul fascicolo previdenziale.

Pagamenti INPS: La NASpI di aprile 2023

Per la NASPI di aprile, quindi riferita al mese di marzo, le prime elaborazioni riportano date intorno all’11 del mese. Per il trattamento integrativo su NASPI, cioè il vecchio bonus Renzi, avremo date intorno al 18 del mese.

Reddito e Pensione di Cittadinanza (RdC e PdC)

Per la ricarica RdC di metà mese, cioè quella che interessa prime domande, rinnovi dei mesi precedenti o arretrati, la prima data di pagamenti INPS è il 15 aprile 2023, che potrebbe essere anticipata perché cadrebbe di sabato. Subito dopo, ci sarà una nuova tornata di elaborazioni di arretrati di Assegno Unico e Universale integrato su RdC. Anche qui, non ci sono ancora date effettive per i celebri conguagli di fine anno, che in teoria e a quanto riportato dalle circolari INPS, erano comunque previsti per lo scorso mese. 

Per quanto riguarda, invece, la ricarica di Reddito di Cittadinanza (RdC), non dovrebbero esserci sorprese per questo mese, quindi il canonico 27 aprile.

Bonus 150-200-350 euro

Nel corso del mese, in maniera sparsa e tutt’altro che prevedibile, dovrebbero arrivare anche arretrati del bonus 150 euro del decreto aiuti ter. Mentre, a fine aprile, scade la domanda per il bonus 200-350 euro per autonomi e professionisti senza partita IVA.

Pensioni per lavori faticosi o usuranti

Entro il 1° maggio bisogna presentare le domande di riconoscimento della pensione per chi ha svolto lavori particolarmente faticosi o usuranti, come i lavori notturni, nelle cave, la linea di catena e così via. In questo modo, sarà possibile maturare i requisiti per andare in pensione dal prossimo anno.

GUARDA IL VIDEO!