PAGAMENTI INPS: ECCO TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DEL CALENDARIO

PAGAMENTI INPS: ECCO TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DEL CALENDARIO

PAGAMENTI INPS: ECCO TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DEL CALENDARIO

Le prossime settimane, a cavallo tra gennaio e febbraio, sono davvero piene tra pagamenti, scadenze, aggiornamenti e nuovi bonus. Ecco un aggiornamento sul calendario pagamenti INPS con tutte le novità.

Il 16 gennaio 2023 sono comparse le elaborazioni di alcuni arretrati di Assegno Unico e Universale integrato su RdC e di alcuni bonus 150 euro, sempre su RdC. Si tratta di recuperi a scaglioni, mentre per gli altri ancora in attesa bisognerà continuare ad attendere le prossime elaborazioni. Per l’Assegno Unico e Universale a domanda, invece, continua la pubblicazione delle date di pagamento di gennaio, fino al 24 del mese e altre date continueranno a uscire a mano a mano. Stesso discorso per la NASpI, rata relativa a dicembre su gennaio, mentre si attarda questo mese il trattamento integrativo su NASpI, ex bonus Renzi, perché dicembre, ma soprattutto gennaio, sono mesi di potenziale conguaglio.

ASCOLTA IL PODCAST!

In merito alle pensioni di febbraio, i pagamenti inizieranno dal 1° del mese, ma queste ultime settimane di gennaio saranno molto importanti, non solo per il cedolino della pensione di febbraio, ma anche per il dettaglio della pensione in cui andare a controllare aumenti, rivalutazioni ecc.

Il 27 gennaio è la data prevista per le ricariche ordinarie di gennaio 2023 del Reddito e della Pensione di Cittadinanza. Queste ricariche saranno ancora calcolate sulla base dell’ISEE 2022, mentre è da febbraio che si prenderà a riferimento l’ISEE 2023. Il 31 gennaio, invece, si chiuderanno le procedure di domanda per chi deve richiedere il bonus 150 euro del decreto aiuti ter, come alcuni stagionali, lavoratori dello spettacolo, assegnisti e dottorandi. Al contrario, è da febbraio che sono previsti i pagamenti del bonus 150 euro per le categorie in automatico, ad esempio, titolari di NASpI o DIS-COLL a novembre, di disoccupazione agricola dello scorso anno, percettori degli ex bonus Covid.

Sempre da febbraio, dovrebbero iniziare anche le prime ricariche della Carta Acquisti 2023, bimestre gennaio-febbraio. Il pagamento viene posticipato per via dell’aggiornamento ISEE, ad esempio, lo scorso anno, i pagamenti sono iniziati intorno al 12 febbraio. Inoltre, dovrebbero riaprire anche le domande per il bonus per la disabilità dei figli 2023, anche se resta ancora da chiarire tutta la situazione sui fondi che, già lo scorso anno, scarseggiavano.

In ultimo, viene prorogato il bonus trasporti, cioè lo sconto sull’acquisto di abbonamenti di trasporto pubblico fino a 60 euro, ma in versione modificata. Questo bonus trasporti “depotenziato” potrà essere richiesto solo dalle persone che nel 2022 hanno avuto un reddito fino a 20 mila euro, invece che degli originari 35 mila. Però, se il vecchio bonus trasporti si poteva chiedere fino al 31 dicembre 2022, per il 2023 bisognerà attendere il decreto del ministero per tutti i dettagli.

GUARDA IL VIDEO!