PENSIONE A DOMICILIO: CONVENZIONE TRA POSTE E CARABINIERI

PENSIONE A DOMICILIO: CONVENZIONE TRA POSTE E CARABINIERI

PENSIONE A DOMICILIO: CONVENZIONE TRA POSTE ITALIANE E CARABINIERI

È stata firmata la Convenzione tra l’arma dei Carabinieri e Poste Italiane, che prevede la consegna, direttamente al domicilio, delle pensioni in contanti erogate per gli anziani!

L’iniziativa e la sua efficienza, non a caso, sono state affidate a Poste e Carabinieri, che insieme dispongono di oltre 800mila strutture dislocate su tutto il territorio nazionale. Il fine è quello di evitare gli spostamenti e gli affollamenti presso gli uffici postali, in particolare dei soggetti che hanno un rischio di contagio molto elevato, e anche di evitare le rapine e gli scippi, che troppo spesso vedono gli anziani come impotenti vittime.

Il servizio è rivolto a chi ha 75 anni o più, non è titolare di un libretto o un conto postale e non ha la possibilità di delegare alla riscossione familiari o altri soggetti che vivono nelle vicinanze delle loro abitazioni. Dovrebbero essere circa 23 mila i destinatari dell’iniziativa, che sta raccogliendo adesioni in tutta Italia.

In sostanza i Carabinieri si recheranno presso gli uffici, in forza di un’ apposita delega scritta che li autorizza, per ritirare l’indennità di pensione e consegnarla direttamente al domicilio del pensionato, rendendo così più sicuro e semplice la consegna dei contanti a quest’ultimi.

Per attivare il servizio sarà sufficiente contattare il numero verde dedicato di Poste Italiane (800-55 66 70) o contattare la stazione dei Carabinieri più vicina che metterà a disposizione tutte le informazioni necessarie. Nella convenzione è specificato che il servizio sarà offerto per tutta la durata dell’emergenza sanitaria, finché gli over-75 non potranno uscire in sicurezza

Lascia un commento

×