PENSIONI DI MAGGIO IN ANTICIPO, MA NON PER TUTTI

PENSIONI DI MAGGIO IN ANTICIPO, MA NON PER TUTTI

PENSIONI DI MAGGIO IN ANTICIPO, MA NON PER TUTTI

PENSIONI DI MAGGIO IN ANTICIPO, MA NON PER TUTTI

A causa dell’emergenza epidemiologica Covid-19 è stato previsto l’anticipo, di qualche giorno, delle pensioni per i mesi di aprile, maggio e giugno. Ma non per tutti.

Per coloro che ricevono la pensione presso un istituto bancario, la data del pagamento è prevista il 4 maggio, cioè il primo giorno bancabile del mese.

Mentre per coloro che ricevono la pensione tramite Poste italiane, il pagamento sarà accreditato il 27 aprile. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti da oltre 7.000 ATM Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello.

Ma nel caso in cui non si possa fare a meno di ritirare allo sportello, Poste italiane ha messo a disposizione un calendario per la regolarizzazione degli accessi nelle strutture, seguendo l’ordine alfabetico dei cognomi.

Il calendario prevede:

– lunedì 27 aprile i cognomi dalla A alla B;

– martedì 28 aprile i cognomi dalla C alla D;

– mercoledì 29 aprile i cognomi dalla E alla K;

– giovedì 30 aprile i cognomi dalla L alla P;

– sabato mattina 2 maggio dalla Q alla Z.

Inoltre Poste italiane ricorda che, per i cittadini con età pari o superiore a 75 anni destinatari di prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali, è possibile ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri

L’obiettivo è quello di garantire al meglio, la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti di Poste Italiane. Pertanto, si consiglia fortemente l’uso di dispositivi di protezione personale, di entrare negli uffici solo all’uscita dei clienti precedenti e di mantenere la distanza di almeno di un metro dagli altri sia all’interno dell’edificio che all’esterno.