PESCA E ACQUACOLTURA: I FONDI UE PER L’ITALIA

PESCA E ACQUACOLTURA: I FONDI UE PER L’ITALIA

PESCA E ACQUACOLTURA: I FONDI UE PER L’ITALIA

La Commissione Ue ha deciso di destinare la metà dei fondi alla pesca sostenibile, soprattutto per sostenere l’Italia a contrastare i rigetti in mare.

Il totale del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi, la Pesca e l’Acquacoltura per il programma italiano 2021-2027 è di 987.2 milioni di euro, di cui 518.2 milioni provenienti dai contributi Ue. Il 49,8% del fondo, ovvero 258 milioni di euro, sarà destinato alla pesca sostenibile con l’obiettivo di porre fine ai rigetti in mare dei pesci, di ridurre l’eccesso di capacità di alcune flotte e di migliorare il controllo della pesca e della raccolta dei dati.

ASCOLTA IL PODCAST!

Il 32,8%, in totale 170.2 milioni, sarà investito nell’acquacoltura, nella trasformazione e nella commercializzazione sostenibili. Il 10% (21.9 milioni) è riservato all’economia blu sostenibile; il 6% (31 milioni) all’assistenza tecnica, con una maggiore sorveglianza marina ed una migliore cooperazione delle guardie costiere, e l’1,4% (7 milioni) allo sviluppo dell’amministrazione internazionale degli oceani.

In ultimo, il programma, oltre a sostenere la protezione e il ripristino della biodiversità e degli ecosistemi acquatici, consentirà una nuova promozione dell’acquacoltura e delle attività sostenibili di trasformazione, in modo da rafforzare il settore della pesca in Italia.