POLITICHE ATTIVE REGIONI, FIRMATO IL DECRETO: ECCO QUALI SARANNO GLI INTERVENTI

POLITICHE ATTIVE REGIONI, FIRMATO IL DECRETO: ECCO QUALI SARANNO GLI INTERVENTI

POLITICHE ATTIVE REGIONI, FIRMATO IL DECRETO: ECCO QUALI SARANNO GLI INTERVENTI

Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, ha firmato il Decreto Interministeriale che disciplina le modalità di programmazione ed erogazione delle risorse residue.

Quest’ultime potranno essere utilizzate in maniera complementare con quelle assegnate alle Regioni per l’attuazione del Programma Garanzia Occupabilità dei Lavoratori (GOL). Il decreto stabilisce che le risorse residue non programmate nell’ambito dei Piani di attuazione Regionali del Programma GOL dovranno essere oggetto di specifico atto di programmazione, in cui bisognerà indicare: i beneficiari; i percorsi da realizzare; le misure di politica attiva previste; l’importo per ciascuna linea di attività. Questi dati devono essere resi disponibili nei sistemi informativi previsti nelle diverse fasi di avanzamento delle attività del Programma GOL, anche al fine del rispetto del divieto di doppio finanziamento.

ASCOLTA IL PODCAST!

Successivamente la bozza dell’atto di programmazione dovrà passare il controllo dell’ANPAL, che avrà il compito di valutarne la coerenza con la riforma delle politiche attive del lavoro di cui al Programma GOL. Superata questa fase, l’atto di programmazione sarà inviato alla Direzione generale degli Ammortizzatori sociali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che potrà procedere all’erogazione, previa richiesta da parte della Regione, di un acconto pari al 50% del totale accertato e programmato.

GUARDA IL VIDEO!